Bende: inediti di Francesca Genti

BENDE

sondare la sintassi per cercare
un suono che faccia innamorare

se della persona io potessi
conoscere soltanto il corpo astrale
vedere l’animale che traspare
sotto bende di pelle e di parole
allora: si scioglierebbe il sole
la pietra sopra il cuore
si asciugherebbe
diventerebbe sabbia
poi granello

e la incastonerei sopra un anello
.

***

.

sbendati si rischia di sbandare

il sole è troppo forte da guardare
e trema il paesaggio
si allinea la testa con l’asse della terra

al comando dell’astronave
la parola si inchina al tepore

radioattivo il cuore
si srotola a serpente
spina dorsale attiva

brilla è la testa e brilla la saliva

.
***

.
la fotosintesi clorofilliana
si dà con una inimmaginabile quantità di luce

che il sole produce
e il terrestre non riesce a pensare
ma il seme sì
ha voglia di sfondare da sé stesso dal buio

la terra

è senza pensiero
comanda di essere
gemma frutto stelo

e parte l’astronave
diretta al terzo cielo

sondare la sintassi per trovare
il suono che ti faccia innamorare

 

© Francesca Genti

<span>%d</span> blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: