Flashback 135 – L’appartamento

Cronaca del viaggio in una terra sconosciuta tra immagini e parole

Cronaca del viaggio in una terra sconosciuta tra immagini e parole

16

Ci sono notti in cui mi sveglio, lasciando a metà il sogno. In quel momento avverto la sensazione di trovarmi altrove. Ieri, con gli occhi ancora chiusi, pensavo di essere nell’appartamento di Torino. Immaginavo la disposizione del letto, la finestra e la luce che avrei rivisto aprendo gli occhi. Dura sempre pochi istanti. Girandomi sul fianco destro ho realizzato subito dov’ero e ho acceso la luce. Torino è una ferita ancora aperta. È la sensazione di essere usciti di casa e di avere smarrito la strada. Ho bevuto un po’ d’acqua per poi posare di nuovo la testa sul cuscino. Ho cercato di riprendere il sogno da dove l’ho interrotto, a volte succede. La sveglia suonerà fra due ore; poi, dopo averla rimandata un paio di volte, scenderò dal letto. Questa volta dalla parte giusta.

© Marco Annicchiarico

Leggi dal primo flashback     –     Leggi il flashback precedente     –     Leggi il flashback successivo