Categoria: prosa poetica

“La testa tra le siepi” di Omar Suboh. Quando un racconto diventa visione

Una notte apparentemente normale, estiva, con le stelle che illuminano la volta celeste di puntini aeriformi, come lucciole sospese trasformate in lanterne per l’occasione: fari della tua mente annebbiata, grigia e assonnata. Ci siamo andati insieme in quel posto, una specie di giardino con… Continua a leggere ““La testa tra le siepi” di Omar Suboh. Quando un racconto diventa visione”

Antonio Tricomi, Epidemic (rec. di Sandro Abruzzese)

Antonio Tricomi, Epidemic Retroversioni dal nostro Medioevo Jacabook 2021 Epidemic: ovvero della modernità senza progresso Epidemic. Retroversioni dal nostro Medioevo (Jacabook 2021), va detto in anticipo, non è soltanto un libro di critica sociale frutto di una disamina lucida e rigorosa che principia dalle… Continua a leggere “Antonio Tricomi, Epidemic (rec. di Sandro Abruzzese)”

Una domenica inedita #3: Pietro Pancamo, Tre poemetti in prosa

PATTI E NON PAROLE La tenebra si abbatteva per la quinta volta su di noi, mentre Gesù, dorato e datato di doni, ascoltava a capo chino.«Non hai voluto darmi retta, quando ti chiedevo Patti e non Parole. Quindi ora lancio i fiumogeni, come avevo… Continua a leggere “Una domenica inedita #3: Pietro Pancamo, Tre poemetti in prosa”

Milena Milani, Che meraviglia far Natale a Venezia

Nel giorno dell’anniversario della nascita di Milena Milani (24 dicembre 1917-9 luglio 2013), un suo articolo natalizio che riguarda Venezia scelto in collaborazione con la fotoreporter e sua amica Maria Ester Nichele e Abc Veneto (qui). Già a mezzogiorno le lampadine colorate sui lunghi… Continua a leggere “Milena Milani, Che meraviglia far Natale a Venezia”

proSabato: Cristiano Poletti, Jähn

  NOTA AL TESTO: Sigmund Jähn è stato il primo tedesco nello spazio. Con la missione denominata Sojuz 31 raggiunse la stazione speciale Saljut 6, il 26 agosto 1978. Divenne per questo eroe della DDR ed eroe sovietico. Uno dei fondamenti necessari alla costruzione… Continua a leggere “proSabato: Cristiano Poletti, Jähn”

proSabato: Amelia Rosselli, da Diario ottuso (1968)

  12/1/68 . Fogli superbi di disubbidienza: come lavare dal manto di grigio splendore quel suo odore così famigliare di benzina, di vino, di sperpero di seme? . Finì per cogliere l’occasione propizia per spaventare nel suo regno quest’uomo grigio e baffuto, d’una impropria… Continua a leggere “proSabato: Amelia Rosselli, da Diario ottuso (1968)”

Questioni della mia lingua – di Alexandrina Scoferta

TESTO 1 I fiori mi piacciono di campagna, come me, strappati, come sono stata strappata io. Mi hanno spezzato la vita in due e poi me ne hanno data un’altra, intera, più bella e mi hanno detto – Toh, prenditela e vivila. Anche rinunciare… Continua a leggere “Questioni della mia lingua – di Alexandrina Scoferta”

proSabato: da ‘Diario ottuso’ di Amelia Rosselli

da Diario ottuso, 1968 ……Partì senza dire a nessuno perché partiva: partiva, ed era obbediente agli altri nel partire, essi che preferivano che lei partisse. Partì, e fu come togliersi la giacca, tutta indaffarata nel partire e pensare: perché sono partita? Perché mi hanno… Continua a leggere “proSabato: da ‘Diario ottuso’ di Amelia Rosselli”

Sonia Caporossi, Mi avevi detto (inedito)

© Sonia Caporossi, dalla raccolta inedita Taccuino dell’urlo

Rita Pacilio, L’amore casomai

Rita Pacilio, L’amore casomai. Racconti, La Vita Felice 2018 L’amore casomai di Rita Pacilio possiede e restituisce, attraverso episodi, momenti fermati con chiarezza espressiva, oltre ogni ambiguità, questo andamento, che provo a rendere con tre versi: «E con i sensi/ cercare il senso/ in… Continua a leggere “Rita Pacilio, L’amore casomai”

Inediti di Sara Fattoretto

Apparenze Vestito di apparenze te ne vai sicuro all’ombra del muro scalcinato sul ciglio del rivo oscuro. Presenze di vita attorno ombra fedele del giorno nascente che abbracci illuso…splendente leggerezza di stracci d’Oriente. Sorridi e prosegui distinto passo di struzzo in recinto convinto dal… Continua a leggere “Inediti di Sara Fattoretto”

Laura Moro: inediti

  Rabbia di sassi senza lanci Il cielo cambia balcone rimane pergamena di domande c’è sempre una finestra da dove spegnere aneliti in volute di fumo paziente pazienti i giorni di finestra in finestra più a sud ho avvicinato i monti a popolare uno… Continua a leggere “Laura Moro: inediti”

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo:
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo:
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo:
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo:
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo:
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo:
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo:
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo:
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo:
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo:
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo:
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: