Categoria: prosa poetica

proSabato: Mario Luzi, Venezia. Racconto

Venezia …..Per quanta familiarità abbia potuto prendere con questo genere di visite sempre nel viaggiatore che arriva a Venezia si produce un felice strappo nella temperie psichica abituale. Il modo stesso dell’arrivo predispone l’animo a un mutamento che poi il tragitto in battello attraverso… Continue Reading “proSabato: Mario Luzi, Venezia. Racconto”

Jacopo Ramonda: Emma, prose inedite

EMMA (#1) Emma cammina nuda nel laboratorio ormai vuoto. Pochi istanti fa stava per chinarsi sulla borsa con il cambio di vestiti che si è portata da casa, ma ora si sta lentamente allontanando da essa. Guardandosi intorno ed esplorando quello spazio come se… Continue Reading “Jacopo Ramonda: Emma, prose inedite”

proSabato: Lalla Romano, Gli ospiti. Racconto

Gli ospiti …Abitavo in un’altissima casa grigia di quindici piani, con piccoli appartamenti e nel mezzo una grande scala. Avevo deciso di uccidere un uomo, che abitava pure nella casa; io e lui eravamo i soli coinquilini. Portai un fucile da caccia in una… Continue Reading “proSabato: Lalla Romano, Gli ospiti. Racconto”

Odette

[Questo breve racconto, modulato nel ritmo e nella dinamica sull’assolo di violino del Pas de deux del Lago dei cigni, fa parte di uno studio più ampio condotto sulle musiche di P. Tchaikovsky e sulle loro rielaborazioni. Uno scritto critico a riguardo è già apparso su Poetarum Silva, qui.]… Continue Reading “Odette”

Dante nella prospettiva del Sannazaro

Dante nella prospettiva del Sannazaro: ipotesi di percorso all’interno dell’universo pastorale dell’Arcadia Per Angela Caracciolo Aricò . Tra i modelli dai quali il romanzo pastorale del Sannazaro attinge a piene mani, su un piano legato probabilmente più alla suggestione letteraria che non a quella… Continue Reading “Dante nella prospettiva del Sannazaro”

Notturno Americano di Emidio Clementi. Recensione

  Notturno Americano è una stanza stretta come un corridoio tra la 33esima e la 12esima Street; è uno “schifosissimo lavoro”; sono le strade lerce di New York o di Chicago percorse a stomaco vuoto, sotto l’effetto di allucinazioni, alla ricerca dell’ispirazione o del… Continue Reading “Notturno Americano di Emidio Clementi. Recensione”

per tre foto di Eugene Richards

© E. Richards, The blue room, Phaidon, 2008 Prima lontana nella mente, così assente, così viva si accende la fiamma, segno che c’è stato e ritorna sul campo lo sguardo di Annie che un attimo di passato aveva spento. Fiamma, lontana allora e ora… Continue Reading “per tre foto di Eugene Richards”

Cartografie di Viola Amarelli

Una voce tremenda e terribile. Certe volte si scorda, ma poi arriva improvvisa. Prova a rimpicciolirsi, rifugiarsi in un angolo, via. Non funziona, la colpa è la sua. Disattento combina guai. Cartografie di Viola Amarelli, Zona contemporanea, 2013, è un libro enigmatico e affascinante,composto… Continue Reading “Cartografie di Viola Amarelli”

Inediti – “Quadri del consistere” di Gianfranco Fabbri: quattro prose

da Estate 1997 2. Ieri sera leggiucchiavo una nota su Caravaggio. Di fianco, in due colonne, era riportato un suo ritratto giovanile che non ho potuto fare a meno di mettere vicino a quello fotografico di Picasso. Chissà perché vicini. Neanche ci fosse una reale… Continue Reading “Inediti – “Quadri del consistere” di Gianfranco Fabbri: quattro prose”

Inediti – “Quadri del consistere” di Gianfranco Fabbri: quattro brevi prose.

. da Inverno 1996-’97  5.  Ciò che mi frega è lo specchio.  Di quando mi ci metto davanti. Profilo; di fronte; di nuovo profilo. Non sono mica contento. Riprovo. Profilo; di fronte; ah, dimenticavo: tre quarti. Patemi del tipo La bella del reame. Ma,… Continue Reading “Inediti – “Quadri del consistere” di Gianfranco Fabbri: quattro brevi prose.”

Sopravvissuti nel tempo

  David Grossman, Caduto fuori dal tempo, Mondadori, 2012   Non ci si può avvicinare al libro di David Grossman senza bruciarsi. E non solo perché il suo ultimo libro Caduto fuori dal tempo – una scrittura polimorfica, una mescolanza di poesia, racconto, testimonianza –… Continue Reading “Sopravvissuti nel tempo”

Inediti – “Quadri del consistere” di Gianfranco Fabbri: due prose.

Da Inverno 1996-‘97 1. . Ogni volta che mi allaccio le scarpe, al mattino ripenso a Giorgio Manganelli, il quale divideva con me l’incertezza di tale operazione. Esito quanto mai labile: reggerà o no, la stringa? E io, sottintende la domanda, terrò per tutto il… Continue Reading “Inediti – “Quadri del consistere” di Gianfranco Fabbri: due prose.”

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo:
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo:
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo:
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo:
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo:
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo:
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo:
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo:
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo:
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo:
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo:
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: