Una domenica inedita #9: Marta Genduso, Due poesie

 

Non ho

Non ho,
sono una ferita
da guarire.
Un taglio
in via di rimarginazione

di lembi dischiusi,
di tentativo di apertura
di strappo, di slancio, di scarto.

Non ho,
sono una ferita che
in alcuni giorni puoi dimenticare,
non senti
se la mano resta immobile
col palmo verso l’alto
verso l’altro.

Improvviso, dimentico e afferro
oppure
qualcosa mi tocca
e ricordo allora pungente
delle dita
il punto, esatto
con bruciore di limone
il taglio, sgraziato scucito
il vivo della pelle.

Sono una ferita
aperta da guarire.

(Ferita. Immagini una cosa o un participio passato?
L’ulcera o la condizione?)

 

Un corpo

Sono un corpo
sono il mio corpo
perché non posseggo quel che sono.

Sono il mio corpo
e dentro ho la terra
disseminata dai primi venti
rocce sedimentarie
basaltiche arenarie
distrutte
sabbia a grana grossa
detriti sfiniti
                venuti
sulle anse,
                 i fianchi
del mio essere fiume
                                 altrove da qui.

 

Un commento su “Una domenica inedita #9: Marta Genduso, Due poesie

  1. Essere. Senza potere né volere possedersi. Una impotenza spietata e felice, che è condizione, destino e ventura. Perché se ci si possedesse, in fondo, saremmo in balia del nostro limite, trattenuti da una irresistibile zavorra. E invece… siamo… ed è tutto quello che abbiamo. E nient’altro vale la pena di avere. O, dovremmo dire, di essere. . Bellissime entrambe, ho amato soprattutto la seconda. Grazie Marta. Sei una sorpresa continua

    "Mi piace"

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.

<span>%d</span> blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: