I poeti della domenica #429: Donata Doni, Giardino d’inverno

 

Giardino d’inverno

Sono i disegni crudi dei rami
gli anni che mi ritrovano,
nuda d’ogni promessa.
Inaridito seme non germogli,
non t’illude amor di vita.
Cerchi nell’onda delle nevi,
nel ritmico sopore delle cose
il lampo vivo di due occhi fanciulli.
Li sigillò la neve
nel silenzio lungo degli anni.

Restano quei disegni
d’alberi desolati,
orme nere del tempo, a ricordare.

Forlì, 15 gennaio 1943

 

© Donata Doni, Neve e mare, Edizioni di Storia e Letteratura, 1973

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: