#PoEstateSilva #17: Tomas Bassini, tre inediti

Non ho voglia di lasciarti questi tipi di giardino
da fine estate, questi parchi nel centro
che sono solo ortensie.

Non ho voglia di lasciarti le piste ciclabili−
pedonali, ancora questi parchi nel centro
che perdono in altalene.

Lo sai che è più che altro per te se non ne ho voglia
solo per te e per la santa figura che faresti
per come staresti meglio in altri posti
in altri modi. Lo sai

………………………………non moriremo democristiani
è bello poterselo dire e poi suona ancora bene
come una volta
non moriremo mai democristiani.

*

Ho la faccia uguale alle altre volte
i muscoli tirati, la pancia
la tartaruga rovesciata.
Ho la radio accesa
alle 4.45 di una mattina
di un giorno lavorativo
le ferie che si accumulano
te, più o meno qui.

Ho mal di testa
un grande mal di testa
e un clic che non arriva

lo stesso problema che affliggeva
un Paul Newman in vestaglia
durante un film che alla fine
finiva bene.

*

Non sei poi così bella come ho pensato non più che un minuto fa
non sei così lunga da non finire mai, sei solo quasi lunga
e io quasi quasi smetto.

Ricomincio con i fiori ma lo faccio in modo differente
come se tutti i cartelli dello stop
non volessero dire nient’altro che quello
e che quello bastasse.

Mi riprendo da qui e nemmeno ti tiro in mezzo
non te lo dico il segreto di tutte le vecchie canzoni tristi.

© Tomas Bassini

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...