Loredana Magazzeni: poesie edite e un inedito

A Marilyn, sulla bellezza

Penso che le donne belle servano ad essere esibite.
Avanzano come ambulanti trofei.
Io sono contro la bellezza, ha rovinato troppe vite.
La bellezza mi ha reso schiava
perché credevo di non possederla.
Chi ama la bellezza non ama se stessa
perché si guarda in uno specchio deforme
e deforma lo specchio della propria esistenza.
Il confronto con la bellezza è spreco di sé.
Essa si insinua a distruggere
a dire la perdita e mai l’amore
con cui ogni giorno accudisci e rinforzi
la tua vera umanità ineguagliabile
che non sa sorridere della bellezza che possiede.
La bellezza è sempre uguale a se stessa.
Rigida e fredda come una statua greca
congelata nell’eternità di un sorriso.
Tu che muovi le labbra invece puoi
modulare un’ampia gamma di sorrisi
davanti ad occhi che sanno lo sguardo
irriverente e libero del vero amore di sé.

*

Alcune persone non sanno dire noi.
Saranno stati figli unici nelle loro costellazioni
familiari. Io ho tre fratelli e una sorella.
Nella mia casa non si stava mai soli.
Anche la casa non restava mai sola.
Ognuno entrava a tutte le ore.
Era scortese non gioire di una visita.
Poi vennero gli anni Settanta,
le donne, gli amici
dell’Università.
Vestivo coi fiori e gli zoccoli
ascoltavo Cat Stevens e ti ammiravo, Marilyn.
Il mondo che vedevo mi sembrava
il migliore possibile. Non avevo il
coraggio di parlare.
La città si improvvisava
amica.
Dire noi voleva dire
cambiare. Eravamo piene di sogni.
Non ci immaginavamo vecchie.
Nessuno di noi poteva mai invecchiare.
Questa era la bellezza.
Anche tu, Marilyn, non sei invecchiata mai.

.

Da Gruppo ’98 poesia, In dialogo. Vent’anni di poesia 1998-2018, qudu editore, 2018

*

.

Sei donna di valore

Sei donna di valore, ma te lo dico in privato
in pubblico mi presentano uomini
poeti, essi hanno il polso della
situazione poetica, si confrontano con altre
cerchie poetiche. Noi, ci troviamo in privato
parliamo piccolo. L’affetto che sentiamo
l’una per l’altra è cosa di poco conto
per chi guarda da fuori. Noi non vediamo
noi stesse, se ci affacciamo allo specchio
poetico: decenni di lavoro costante
annullati da migliaia di sguardi
che dicono no, non esisti, non esisti
non tentare di esistere, senza di me.

La serenità è un lavoro
La serenità è un lavoro.
Due generazioni di adulti assai poco sereni
sottoscrissero il dolore che proviamo.
Non mancarono perdite, lutti. Persino
le conseguenze di due guerre mondiali.
Una generazione di vedove, mia nonna fra queste,
si lasciò dietro la prima.
La distruzione dell’infanzia
rese adulta quella dei nostri genitori.
Così il secondo dopoguerra
nutrì in loro l’illusione di poter essere
utili a costruire serenità per noi.
La serenità non arrivò.
La serenità è un lavoro secolare
che impegna la mente e l’economia.
La serenità è un lavoro.
Serenità è un duro lavoro
della mente e dell’economia.

.

Da Gruppo ’98 poesia, Della propria voce. Antologia del Gruppo ’98, qudu editore, 2016

*

Poesia dell’emigrazione, 2

Gaspare Magazzeni, sarto. Specializzato in abiti maschili. Sbarcato
ad Ellis Island nel 1923. Antonio, suo cugino, e poi suo figlio Adolfo, gemello
di mio padre, classe del ’27. Mentre l’oceano
una perenne parola arrota: cercare terra/ benessere/lavoro.
Nel poema del dopoguerra

mai scritto. Cullati da quell’unico urlo montante:
il sogno dell’America.
Da sotto il Corno grande
figli del sud e della miseria
caracollando carabattole in
valigie di cartone pesante.
Lasciata la montagna, il mare,
la madre grande nella lontananza
mentre imperversa il boogie.
Invoco voi come numi del poema
della mia pena.

.

Inedito, 2018

.

© Loredana Magazzeni

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.