Simone Maria Bonin, da ‘Tratti primi’

 

Da neurone a neurone
corre un filo elettrogeno
…………………di fame
colpiscimi
se puoi, fammi male
prega altro dolore

……..un colpo di esistenza
tra le vertebre delle parole

 

*

Sei parole senza nome, senza
soluzione

impara la posizione del corpo
……………………………….le cose
non torneranno più

 

*

(Denmark)

I

La gente per le strade quasi ti sorride.
Niente fa troppo rumore.
Hanno i capelli chiari, i vestiti neri
e molta paura della morte, com’è normale oggi.
Finché reggono le gambe girano i pedali
delle loro biciclette. I vecchi sono tolti alle famiglie
per evitare incomprensioni. Giovani infermieri li tengono per mano.
E con tutte le attenzioni del caso, coi capelli chiari
e i vestiti neri la gente per le strade sorride, senza pensieri

 

*

V

L’aria restringe il colore a piccoli fiocchi di neve.
È un freddo che ci vuole guardare, studia i nostri
………………………passi goffi
nel reale. Globi luminosi cadono dal buio, stelle
dentro a stelle sopra il mare e sono d’onde suoni d’onde
e pelle sulla pelle per scaldare

 

*

X

Cade il sonno in ombra nelle cose
dove il corpo si fa lieve e distratti
a tentoni cerchiamo la neve

.

Simone Maria Bonin, Tratti primi, Osimo, Arcipelago itaca, 2017, pp. 72, euro 12,50

One comment

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.