Ideafelix: Leggi una storia, realizza un progetto

ideaflix

Settembre 2016

Nasce ideafelix

Leggi una storia, realizza un progetto

ideafelix è una nuova piattaforma editoriale che finanzia, attraverso la vendita delle sue pubblicazioni, progetti culturali o laboratori didattici nelle scuole italiane.

 “I libri hanno formato la nostra struttura emotiva, il nostro linguaggio, e sono diventati nel corso degli anni la nostra passione. Oggi vorremmo che l’esperienza legata alla lettura di un testo si trasformasse in qualcosa di funzionale alla nostra vita quotidiana. Così ci siamo chiesti: e se la vendita di un libro fosse anche l’occasione per finanziare dei progetti culturali o promuovere la creatività dei nostri figli? E se potessimo divulgare il messaggio: “Leggi una storia, realizza un progetto”? Oppure, al contrario: “Vuoi realizzare un progetto? Leggi un libro!”.

 Nata grazie alla collaborazione di un gruppo di lavoro con una lunga esperienza professionale nel settore editoriale e della comunicazione, la piattaforma ha una struttura dinamica che presenta diverse tipologie di contenuto.

ideafelix è:

 – una casa editrice che pubblica sei romanzi all’anno destinati a finanziare altrettanti progetti culturali;

 – un magazine on-line gratuito che pubblica racconti, saggi brevi, video, fumetti delle più importanti firme del panorama artistico-culturale per la prima volta presentate al pubblico italiano;

 – un nuovo modello di crowdfunding, più snello e dinamico, per lanciare gratuitamente un progetto, condividerlo pubblicamente e ottenere un finanziamento collettivo.

Online a partire dal 12 settembre 2016

www.ideafelix.com

Il primo romanzo:

Studs Lonigan di James T. Farrell

 FINANZIA

Il primo progetto:

L’alba della meraviglia, un laboratorio didattico

che promuove l’incontro tra la filosofia e gli alunni della scuola elementare.

PROSSIMAMENTE A NOVEMBRE

Un nuovo romanzo di ideafelix finanzierà il secondo progetto:

Radio Freccia Azzurra, una web-radio

condotta dai bambini per imparare a comunicare e inventare una scuola diversa.

*

IL PRIMO LIBRO

Studs Lonigan di James T. Farrell

Ambientato nella Chicago del 1916, narra la storia del giovane William, in arte Studs, un ragazzo di quattordici anni che, terminata la scuola media, dovrà decidere del suo futuro. Nato in una famiglia di immigrati irlandesi, Studs deve fare i conti con un padre burbero e tradizionalista e una madre ansiosa di vederlo in seminario. Studs trascorre le sue giornate per strada, dove si diverte a mostrarsi ribelle e coraggioso al punto da conquistare il titolo di duro del quartiere. Ma Studs vive anche una dimensione più segreta e intima, dove germogliano dubbi e interrogativi sulla vita e sull’amore che prova per una ragazza, che insegue con timidezza e paura. Tra scorribande, scazzottate, giochi e infatuazioni adolescenziali, Studs dovrà decidere da solo cosa fare della sua vita e di se stesso.

James T. Farrell (Chicago, 27 febbraio 1904 – New York, 22 agosto 1979)

Scrittore e giornalista americano noto per essere stato uno dei più importanti rappresentanti della scuola di Chicago. Nato da una famiglia povera di immigrati irlandesi, trascorre l’infanzia con i nonni paterni nei quartieri malfamati del South Side di Chicago, luoghi che saranno fonte d’ispirazione per tutta la sua opera letteraria.

«Questo è ciò che ha fatto per me e per molti altri come me quando ero molto giovane: attraverso i suoi libri mi ha mostrato che era perfettamente normale, e forse anche utile e bello, raccontare com’è davvero la vita, cosa si dice e cosa si prova veramente, cosa si fa, cosa succede. […] Il suo lavoro è immenso. Balzachiano nella sua vastità. Se solo avesse prodotto una tale mole di opere in un paese più piccolo, avrebbe già vinto un Premio Nobel».Kurt Vonnegut

«Essere giovani e leggere il primo romanzo di Farrell, Studs Lonigan, ti faceva fremere di euforia e meraviglia. Com’era possibile che qualcun altro capisse così bene i tuoi inesprimibili sentimenti? […] Per me, la parte IV del Capitolo 4 è una delle poche riflessioni sublimi su come ci si sente quando si è innamorati che si trovano in letteratura». Tom Wolfe

«Il primo libro di Farrell su Studs Lonigan aveva delle parti meravigliose e dava un bel quadro dell’orrore dei quartieri del South Side di Chicago». Ernest Hemingway

IL PRIMO PROGETTO

L’alba della meraviglia, la filosofia nelle scuole elementari

A cura di Nicola Zippel

“Perché? Perché? Perché?”.

Chiunque abbia a che fare con i bambini di età tra i 6 e 10 anni sa bene quanto siano insistenti e perseveranti nelle loro domande, e quanto esigenti nelle risposte che ricevono. Sono domande che esprimono la naturale esigenza dei bambini di comprendere quello che li circonda e il loro bisogno di cercare quelle risposte che, vista l’età, non trovano dentro se stessi. Domandare in continuazione, cercare risposte sempre nuove e diverse, non accontentarsi mai dei risultati raggiunti: non sono forse queste le caratteristiche comuni ai bambini e alla filosofia? E allora perché non farli incontrare proprio nel luogo che la nostra società ha costruito per far sì che ciascun individuo cresca e progredisca nelle sue capacità intellettuali, affettive, morali, ossia un’aula scolastica? È su questa esigenza e su questo bisogno che è nato il progetto L’alba della meraviglia.

Protagonisti saranno i bambini e le bambine, “piccoli filosofi” oggi, “grandi cittadini” domani.

IL PROSSIMO PROGETTO

Radio Freccia Azzurra, la radioscuola delle bambine e dei bambini

A cura di Associazione Matura Infanzia e Circolo Gianni Rodari ONLUS

Una web-radio scritta e condotta dai bambini: interviste impossibili, microstorie sonore inventate, lezioni in classe preparate da bambini e insegnanti come fossero un’équipe di ricercatori a servizio di una comunità che impara ad ascoltare. Chi si sintonizzerà su Radio Freccia Azzurra potrà seguire vere e proprie lezioni di epica, di matematica, di disegno, di musica; esplorare il mondo esterno alla scuola o conoscere personaggi che sono stati invitati in classe; potrà ridere con le pubblicità fantasiose e conoscere l’oroscopo dedicato a chi va a scuola; sperimentare nuove ricette, seguire la presentazione di un libro e il ricordo di una canzone; scoprire insieme ai “radiologi” della scuola i misteri della dislessia, ragionare sul terrorismo, conoscere il punto di vista dei ragazzi sul bullismo e approfondire i loro consigli.

—-

Maia Terrinoni

Ufficio Stampa

maiaterrinoni@gmail.com

+39 349 2654568

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...