Un libro al giorno #20: Salvatore Di Giacomo, “Poesie” (1)

Come ogni anno faremo una piccola pausa estiva rispetto alla programmazione ordinaria, cercando di fare sempre una piccola cosa diversa per ogni estate; quest’anno dal 25/07 al 21/08 (con tre post al giorno) proporremo testi da libri che amiamo particolarmente, sperando di accompagnarvi in vacanza e di aiutarvi a sopportare meglio il caldo. La programmazione ordinaria ricomincerà lunedì 22/08 (la redazione).

 

Salvatore_Di_Giacomo

da Ariette e sunette (1898)

 

Dopo un anno

 

‘O nniro ‘e l’uocchie, mieie, bella, vuie site,

ma site amara e nun ve n’addunate,

e specialmente quanno mme vedite

tanno mme pare ca v’amariggiate;

e pure ‘o nniro ‘e st’uocchie mieie vuie site!

 

Sì! Dint’ ‘o core mio ll’anno passato

Io ve purtava scritta e siggellata;

mo avimmo tutte e duie fatto ‘o peccato,

mo vuie penzate a n’ato… e io penzo a n’ata…

E ve purtava scritta e siggellata!

 

Ma lassammo sti chiacchiera ‘a spartata;

chello ch’è succeduto è succeduto;

io so’ nu nfamo e vuie na scellerata:

che ne parlammo a fa’? Tutto è fenuto…

E lassammo sti chiacchiere ‘a spartata.

 

Meza parola, e dopo ve saluto:

pecché, ll’atriere, avite addimmannato

a n’amico d’ ‘o mio cchiù canusciuto

io che facevo, e si mm’era nzurato?…

Dicitemmello… E doppo, ve saluto.

 

*

 

Il nero dei occhi miei, bella, voi siete,

ma siete amara e non ve ne accorgete,

e specialmente quando mi vedete

allora mi sembra che vi amareggiate:

eppure il nero di questi occhi miei siete!

 

Sì! Dentro il cuore mio l’anno passato

io vi portavo scritta e sigillata;

adesso tutti e due abbiamo peccato,

voi pensate a un altro… io penso a un’altra…

E vi portavo scritta e sigillata!

 

Ma lasciamo da parte queste chiacchiere,

quello che è accaduto è accaduto;

io sono un infame e voi una scellerata:

che ne parliamo a fare? tutto è finito…

E lasciamo da parte queste chiacchiere.

 

Mezza parola, e dopo vi saluto:

perché, l’altro ieri, avete domandato

a un mio amico molto conosciuto

io che facevo, se mi ero fidanzato?…

Ditemelo… E dopo, vi saluto.

 

traduzione di Giovanna Amato

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...