Flashback 135 – Isole

DSC09578

33

Quando il mare è calmo, una placida tavola azzurra nelle prime ore del pomeriggio, entro nell’acqua e inizio a nuotare guardando la riva. Arrivo fino alla prima boa, quella usata dai pescatori per indicare le reti, e poi mi giro per guardare l’orizzonte. In quella distesa azzurra infinita, lì dove non si tocca, dove non arriva nessuna voce e non distingui le isole, lì ti accorgi di quanto siamo fragili. Senza punti di riferimento, il movimento discontinuo delle onde sembra quasi farti ruotare su te stesso. Sembra quasi che certe onde arrivino da te pronte a portare via ogni pensiero. Tutto sembra durare un tempo infinito, fino a quando il vento non porta le parole dalla riva. In quel momento non resta altro che riprendere a nuotare, a dorso, guardando il cielo, quell’altra distesa infinita.

© Marco Annicchiarico

Leggi dal primo flashback     –     Leggi il flashback precedente     –     Leggi il flashback successivo

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: