Flashback 135 – Playboy

Cronaca del viaggio in una terra sconosciuta tra immagini e parole

Cronaca del viaggio in una terra sconosciuta tra immagini e parole

25

“Silenzio. Soltanto l’alito lieve del vento, ora”. Ripenso a questa riga di Ray Bradbury pubblicata sessant’anni fa su Playboy e sorrido. Se non ci fosse stata quella rivista, queste righe (e il libro che le contiene) forse non avrebbero mai visto la luce. Per chi l’ha vissuta, quella dev’essere stata un’America incredibile; quasi uno dei sogni all’incontrario del comico Paolo Rossi. Le riviste pagavano i racconti di perfetti sconosciuti e le case editrici pubblicavano le poesie senza chiedere un contributo agli autori. Sorrido di nuovo e cerco di immaginare la faccia del lettore medio di Playboy del cinquantatré. Lo immagino seduto sulla tazza con il numero aperto tra le mani, indeciso se continuare a guardare le fotografie o se iniziare a leggere uno dei romanzi culto del novecento. In Italia, invece, andava di moda Topolino.

© Marco Annicchiarico

Leggi dal primo flashback     –     Leggi il flashback precedente     –     Leggi il flashback successivo

3 comments

I commenti sono chiusi.