Tag: racconto breve

Stefano Domenichini – Il mio amico Pericle

  Il mio amico Pericle     Se ti trovi in pizzeria con un amico e l’amico – mentre bisturizza la sommità di un calzone farcito per far uscire il bollore – fa una domanda tipo: “Se Gesù nascesse oggi che di pastori non… Continua a leggere “Stefano Domenichini – Il mio amico Pericle”

Solo 1500 n. 70 – L’uomo col bianchino

    Solo 1500 n .70 – L’uomo col bianchino Lo vedo, che saranno quindici anni, tutte le mattine, molto prima dell’ora dell’aperitivo, l’uomo arriva al Caffè Scala e ordina un bicchiere di bianco. Avrà sessant’anni, distinto, ben vestito. Casual da benestante. Le uniche… Continua a leggere “Solo 1500 n. 70 – L’uomo col bianchino”

Agostino Cornali – Un forte mal di testa

Un forte mal di testa Era la prima briscola che vedeva da quattro mani ed era tentato di giocarla subito. Esitava perché aveva paura che il ragazzino avesse in mano il sette di denari, conservato fino all’ultimo per portarsi a casa l’asso di coppe,… Continua a leggere “Agostino Cornali – Un forte mal di testa”

Agostino Cornali – Alle Nozze

Alle nozze   Barcollo nel buio come un animale ferito. Sbatto contro l’armadio e la sponda del letto, poi mi aggrappo alla finestra e tiro su la tapparella. A quel punto la voce stridula di una donna attraversa tutto il corridoio, come un colpo… Continua a leggere “Agostino Cornali – Alle Nozze”

Mandarini – gianni montieri – racconto

Le hanno tolto un nodulo al seno. Benigno, per fortuna. Grosso come un mandarino. Il medico ha usato proprio queste parole. Ed è luglio. Immagino debba aver pensato che scegliere un frutto di stagione come termine di paragone non avrebbe reso l’idea. Non avrebbe… Continua a leggere “Mandarini – gianni montieri – racconto”

Margi de Filpo – Statue di Colpa

STATUE DI COLPA Una pellicola trasparente stretta attorno alla bocca, il rimmel colato sugli occhi e, nel pugno, una foglio di carta macchiato di rosso. Doveva rimanere lì, immobile, confondersi fra statue e manichini. Tanto magra da non ferirsi sul suo piedistallo di chiodi.… Continua a leggere “Margi de Filpo – Statue di Colpa”

Alessandra Sartori – Cemento

Cemento Da anni non vedo uomo, donna, bambino o quadrupede, insieme nel medesimo istante. Mai avrei pensato ci fosse qui attorno così tanta terra a cui badare. Passo ore a guardare la televisione, con uno sguardo di rimpianto. Non ho conosciuto il diavolo, ma… Continua a leggere “Alessandra Sartori – Cemento”

Roberto Saporito – Shikoku (racconto inedito)

“Se la vita ci sembra un inferno  è soltanto perché siamo convinti che debba durare per sempre. La vita è breve. La morte è per sempre… E agitarsi non serve a niente.” [Chuck Palahniuk] Shikoku sorpassa tutta la coda, lunga, di macchine ferme al… Continua a leggere “Roberto Saporito – Shikoku (racconto inedito)”

Venezia barometro (quasi una dichiarazione) di Anna Toscano

Venezia barometro. (quasi una dichiarazione) di Anna Toscano Venezia è il mio barometro dell’anima. Quando qualcuno mi chiede da quanto viva qui rispondo “Oh, qualche anno”. Poi rifaccio i conti sui polpastrelli delle dita e di anni ne conto quasi diciannove. Gli anni insieme… Continua a leggere “Venezia barometro (quasi una dichiarazione) di Anna Toscano”

Solo 1500 n. 42 – La chiesa Arancio

SOLO 1500 N. 42 – La chiesa Arancio Voi, cari fratelli e sorelle, che vagate su questa terra senza scopo e senza interesse. Voi che passeggiate all’ombra del peccato. Voi che vi vergognate di voi stessi e delle meschinità. Per voi è arrivato il momento… Continua a leggere “Solo 1500 n. 42 – La chiesa Arancio”

Solo 1500 n. 37 – Quella che somiglia a mia nonna

Solo 1500 n. 37 – Quella che somiglia a mia nonna La signora – zingara – vecchia che somiglia a mia nonna, sta (di nuovo) sulla scala della metropolitana, all’uscita della fermata Duomo lato portici – via Silvio Pellico, che poi è la mia… Continua a leggere “Solo 1500 n. 37 – Quella che somiglia a mia nonna”

Solo 1500 n. 27 – fermata d’autobus con fiction

Solo 1500 n. 27 – fermata d’autobus con fiction La vecchia guarda giù dalla finestra. Guarda verso la ragazza che aspetta alla fermata, la ragazza platino che sceglie canzoni sull’Ipod.  l’uomo coi baffi entra al bar. Il bar che sta proprio qui davanti, entrando… Continua a leggere “Solo 1500 n. 27 – fermata d’autobus con fiction”

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo:
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo:
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo:
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo:
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo:
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo:
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo:
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo:
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo:
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo:
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo:
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: