Una domenica inedita #18: Lea Melandri

 

Milano 13 dicembre 2019

Un male antico appanna gli occhi
e come un ospite atteso
intrattiene i battiti accelerati del cuore
il respiro in affanno
la lingua che si è fatta muta
dei pensieri.

Il passato che torna a visitarti
confonde le stagioni
non sa perché i piedi sono freddi
mentre il viso avvampa
perché ancora cerca la dolcezza di un abbraccio
in una ferita aperta.

 

Milano 31 dicembre 2019

Infuocato il cielo
dell’anno che se ne va
incredula la vita
che conta gli anni
sul dolore di una spalla
misura il presente
sui troppi volti perduti per strada
sui tanti che ancora la spingono
a ritrovarsi
nella fioritura di un ciclamino
nel rovistare instancabile del merlo
intorno alla sua briciola di pane.

 

Milano 1 gennaio 2020

Smaltire pensieri
disperderli nell’aria
di un dolce luminoso inizio d’anno,
lasciare che il tempo passi
impercettibile
come una qualunque funzione naturale.

 

Milano 1 febbraio 2020

Attese, inaspettate
le fioriture d’inverno
ingentiliscono i pensieri
ingannano il peso degli anni
restituiscono al tempo
il fascino dei suoi infiniti orizzonti.

 

© Lea Melandri

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.

<span>%d</span> blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: