Gjoko Zdraveski, Inediti

(foto di Nikola Kukunesh)

Poesie inedite di Gjoko Zdraveski

 

è tranquillo anche quando non ci sei

stamattina una gazza
è arrivata in volo sul grande terrazzo
e si è posata accanto al vaso di gerani
rimasti sin dalla mia nonna

non ho dormito di nuovo

vorrei che mi insegnassi
come si entra nel sogno di qualcuno
e come vi si sta lì seduti e svegli

laggiù è già estate

terzo giro per l’acquisitore ambulante di cose vecchie
la sua lingua è fittizia
non ci capisco nulla

la mia barba e le mie dita odorano
di garofano marocchino

la mia anima di tè nero e miele di acacia

tu sogna serene le colline
le città e le vite passate

è tranquillo anche quando non ci sei

 

legalize it! etcetera

quale sfrontatezza umana
quella di dissacrare la natura fino al nonsenso.
di crederla di tua proprietà. di vietarla addirittura.
di farla pagare. che arroganza. di ridurla
alle tue strane regole. di deformarla
con il fango che si era depositato nella tua mente.
che cecità. di non vedere il vuoto.
di crederti creatore. di seppellirla coprendola
con le paure dei propri sogni. che presuntuosità.
di crederti portatore di luce. e invece sei un ladro del sole,
in effetti. un mediocre ladro di venti. effimero
e decadente. più piccolo persino del seme
delle erbe proibite.

 

solitudine

ci sono degli attimi di solitudine
attimi di irrequietudine
e debolezza.
attimi di paura di tutto.
paura che qualcuno venga
a bussare alla porta. che entri
un ospite non invitato. e che alla fine
la stanza rimanga a guardare fissamente
vuota.

 

libertà

1.
mio nonno recintò il suo cortile
e così ottenne un pezzo di terra,
ma perse il mondo.
e poi iniziò a suddividere
quel suo pezzo di terra
e a dare un nome ad ogni orto.
io ero piccolo e amavo soprattutto
le porticine che li collegavano.

2.
conficchiamo dei pali lungo i confini,
disegniamo mappe con delle frontiere
e ci mettiamo delle persone
che ci rovistano nelle borse
e ci chiedono dove stiamo andando
come se veramente gli importasse.

“dove te va Gjoko?”
mi chiede il doganiere alle cinque
del mattino, ed io, ancora assonnato, gli dico: a casa.
ma tra me e me penso
avanti e indietro sulla terra
o su e giù? nello spazio
o nel tempo? adesso
o per sempre e fino alla fine dei secoli?

3.
siamo lontani secoli e secoli dalla libertà.
perché tuttora dalle catene altrui
ci liberiamo. e non sentiamo
nelle viscere la chiave della cella
in cui siamo imprigionati.

dimentichiamo che il caffè che beviamo
per svegliarci è contenuto
nei fondi della tazza.

ogni giorno parliamo di lei. osiamo addirittura
cantarla. solo,
lo facciamo con dolore. pieni di paura,
anziché di amore.

 

Gjoko Zdraveski
(traduzione di Ana Senčić e Nataša Sardžoska)

 

Gjoko Zdraveski è nato a Skopje nel 1985. Si è laureato presso la Facoltà di Filologia “Blaže Koneski” a Skopje. Ha lavorato come insegnante di lingua macedone presso la Facoltà di Filologia di Niš in Serbia. Scrive poesie, brevi racconti e saggi. Traduce dal serbo e dal croato. Ha pubblicato i libri di poesia: Palindrome con Double N, Casa per uccelli migratori, Amorosia e Dedicar Ikaral. Gjoko Zdraveski ha anche pubblicato un libro di poesie intitolato Torta attraverso la finestra in collaborazione con diversi poeti di Serbia e Macedonia. Suoi testi sono stati pubblicati in diverse antologie di poesie di giovani autori e tradotti in serbo, croato, sloveno, bulgaro, spagnolo, ceco e inglese; tra le antologie vanno menzionate Out of the Box, The New Macedonian Haiku Wave, Il vento sta portando bel tempo, Dodecamerone lirico. Negli ultimi sette anni ha partecipato regolarmente al Festival Serate di Poesia di Struga. Ha anche preso parte a festival di poesia della regione, tra cui: Trgni se! Poezija! a Belgrado, Mlade rime a Lubiana, Lirikonfest a Velenje, a Voix Vives a Sete e a Malta. Fa parte del piattaforma letterario europea Versopolis. Lavora come editor letterario delle riviste letterarie elettroniche Okno, Blesok e Reper. Ha ideato e organizzato per quattro anni le serate poetiche Astalni proekcii a Skopje.

3 comments

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.