Fabrizio Lombardo, Poesie da “Coordinate per la crudeltà”

 

È molto più onesto ora farsi da parte, dirsi fuori quota
per gare come questa. Ammettere che non è il terreno
adatto. Che è stata solo una falsa partenza. Dire
che la pazienza è andata. O anche scrivere
delle solite cose, ripetere i fondamentali
e risparmiare fiato per i giorni che verranno
per l’ennesimo novembre di silenzio e allenamenti mancati.

 

 

Scrivo il falso – spesso – e svendo le parole
mischiando vergogna e vita vera con la sintassi
della menzogna. Non chiamarlo progetto di poetica
geometria binaria, o gioco d’ombre. Serve più coraggio
a vivere i pochi gesti possibili/ quelli rimasti.
Qualche respiro preso in prestito. La notte, nelle case.

 

 

Facce incontrate per caso, per strada, di cui rimane
solo qualche voce lontana/ qualche errore di persona
un vestito non adatto all’occasione. Nessun indirizzo.
Lo spettacolo buio della memoria. Nessun punto fermo
o coordinata da ricordare. Tutto cancellato
nel passaggio intermittente di zigomi aguzzi, occhi
sfuggenti/ nasi irregolari. Avranno compleanni,
case, morti, e il loro Mestiere di vivere su qualche scaffale.
Siamo noi che passiamo accanto senza essere riconosciuti.

 

 

solo la dissonanza ci descrive. un modo per dire
che tutto quello che è venuto a mancare – non l’amore
intendo (non qui), ma il rancore/ la gola che brucia,
la voce inceppata, raccolta dietro i vetri,
fra i libri, o fra le giunture delle mani – è un altro
silenzio ancora/ una memoria che dobbiamo – tu e io –
mescolare a questo rumore/ perché possa appartenerci ancora.

 

 

ci mancherà il tempo per leggere tutti questi libri, ascoltare
tutta la musica che colora le pareti di casa
e non avremo occasioni di parlare dei migliori
film dell’anno. naufraghi nei giorni che verranno.
se guardi bene, anche le costellazioni puoi trovarle
nella camera degli ospiti, ancora chiuse
nello scatolone avana per i traslochi. preferisco conservarle.

 

 

Una natura come questa spaventa. Ci sposta
in un angolo del paesaggio. Siamo la firma.
Le due lettere in basso tra scogliera e cielo.

 

 

Ho dimenticato ancora una volta le coordinate per la crudeltà.
Riprovo con i vetri aguzzi, il ghiaccio tra i denti,
l’incertezza/ la resa. Abito vestiti soliti.
Con poche sfumature di grigio e di nero
per mimetizzarmi meglio con la ghiaia davanti a casa.

 

 

Un paese scivolato via. Le esistenze esplose
diventate cemento. I suoni sospesi. Un piccolo
cimitero dietro lo scorcio nero della terra.
Immobili ad ascoltare la ferita farsi
forma del paesaggio, eco. Il buio
improvviso del mare a visitare i morti.

(Gibellina Vecchia, 2012)

 

Fabrizio Lombardo, Coordinate per la crudeltà, Edizioni Kurumuny 2018

____________________

Nato a Bologna nel 1968, Fabrizio Lombardo lavora per una catena di librerie. È redattore di «Versodove – rivista di letteratura» che ha contribuito a fondare nel 1994 e con la quale cura la rassegna Passaggi di versi all’interno di “Passaggi Festival della Saggistica” di Fano. Ha pubblicato Carte del cielo (VersodoveTesti 1999); Confini provvisori (Edizioni Joker 2008) e le plaquette Il cerchio e il silenzio (Squadro Edizioni Grafiche 1995); di quello che resta (Quaderni di poesia 1998). Sue raccolte sono presenti in diverse altre antologie. Ha pubblicato su numerose riviste e quotidiani, tra cui: «il verri», «Poesia», «Private», «l’Unità», «Versodove», «Tratti», «Atelier», «La clessidra», «Kult», «Corriere della Sera», «Poeti e Poesia», «l’Ulisse». Ha curato le note al volume Antonio Porta, Yellow, (Mondadori 2002). Sue poesie sono tradotte in francese, inglese, slovacco, serbo croato e spagnolo. Coordinate per la crudeltà, Edizioni Kurumuny, è nella collana Rosada Poesia. Direttrice della collana è Milena Magnani, curatore è Sergio Rotino.

One comment

  1. Ho letto, per caso, alcune poesie di Fabrizio Lombardo, devo dire che mi ha colpito la sua capacità di fotografare la realtà che vediamo, e la realta che ognuno si porta dentro.
    Per quello che vale, gli faccio i miei complimenti. Davvero bravo.
    Andrea Botteon.

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.