Anna Maria Farabbi, da ‘La casa degli scemi’

sull’argine

mentre piscio nel fiume
ho la gioia della liberazione tra le gambe
una velocissima curva giallina lucente che schizza
suonando nel cerchio dell’acqua

io sono il signore della mia acqua
il signore del niente
che sperpera i suoi pesci i suoi morti i suoi maestri
mangiati e bevuti negli anni
per restituirli al fiume affinché mi concili alla foce

*

sto zitto e penso

a chi improvvisamente cade e si rompe
a chi serve un dio per paura di spaccare sé stesso conoscendosi
a chi come me apre la catena
e mette non per cristo ma per etica
la sua vita alla mano
di quelli che gli altri definiscono ultimi

*

uno si alza e mi chiede
chi ci salva? dove vanno i nostri padri?
siamo poveri che vogliono? chi sono?
perché la madonna non viene a nasconderci?

per esempio potresti morire tu che non hai figli
non hai una donna né una casa
sei un maestro che non vale niente
perché non ci spieghi e non ci difendi

li lascio perché li ho già persi
sono solo e muto
davanti al plotone carnivoro della guerra

*

vorrei essere in grado di scavare la pagina
fisicamente con le unghie con i denti con la lingua
crearvi un utero di accoglienza per la tragedia nell’ingiustizia
che sotto comando assisto
e rovesciarvi tutti i morti e feriti che raccolgo
la mia schiena spezzata le mani anche la barella

*

i topi hanno scuoiato la faccia di un morto
lo ricompongo meccanicamente
qui il sentimento fa perdere orientamento
non appena ti versi su un corpo diventi
un bersaglio tenerissimo immediatamente forato al centro
degli anelli

*

allora ho pensato all’accusa di quel ragazzino a quella notte al
fiume aveva ragione un conto è pensare la nonviolenza con
superba filosofia ideale un conto è ricrearla artisticamente in
umile solitudine altro è praticarla entrando nella malattia
carnivora degli uomini .. da disarmati con la sola forza della
lingua e del sangue

© Anna Maria Farabbi, in La casa degli scemi, Milano, LietoColle, collana gialla Pordenonelegge.it, 2017

One comment

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...