Giancarlo Pontiggia, Poesie da “Voci, fiamme, salti nel buio”

Giancarlo Pontiggia, Voci, fiamme, salti nel buio
I quaderni de La collana stampa 2019

 

 

 

 

 

da Il camion e la notte

Al tempo dei tempi, quando
il miele colava dalle cortecce degli alberi,
e i camion correvano liberi per le strade del mondo,
prima ancora
che avessi coscienza della mia felicità,

me ne stavo tutto solo, al riparo dal vento,
in un vecchio cortile lastricato di beole grigie,
entrava

così poco il sole, in quel cortile, che a volte
rabbrividivo dal freddo.

 

 

La ricordo ancora
la sua mano, era poco
che erano venute alla luce
delle cose del mondo, ai suoi selciati
la vita scivolava così, senza una ragione,
era lì
che me ne stavo, la sua mano,
le biglie dei secondi che si srotolavano
davanti a me, trasecolavo
in quell’incanto, sentivo
il peso della vita che si squaderna
in un fiotto di semi, lumi

 

 

Scivolare

a poco a poco nell’inerzia delle cose,
e com’è vasta
la notte, com’è vasto
il sogno, quando è sognato, come tutto
è sogno

la tua notte, mondo, la tua mano
come il primo giorno, e pare
che niente si muova,
bruciava, nella stanza, una candela, brucia

su questa vecchia ferraglia,
la tua notte,

mondo

 

da Animula

Principio del mondo, ombra, oro
della vita che freme, annaspa – prova
a essere qualcosa, datti da fare, su, forza, prova
a essere e basta

 

 

Udivo i suoni di luglio, colavano
i succhi delle cinque, era
uno stormire – tutto – di pomeriggio
quieti, lunghi, estuosi

 


Giancarlo Pontiggia, milanese, ha pubblicato le seguenti raccolte poetiche: Con parole remote (Guanda 1998); Bosco del tempo (Guanda 2005) – riediti nel volume Origini (Interlinea, 2015) –; Il moto delle cose (Mondadori, 2017). Per il teatro ha scritto Stazioni ( NEM, 2010) e Ades. Tetralogia del sottosuolo (Neos, 2017). Ha pubblicato tre volumi di saggi (Contro il Romanticismo. Esercizi di resistenza e di passione, Medusa 2002; Selve letterarie, Moretti & Vitali 2006; Lo stadio di Nemea, Moretti & Vitali 2013). Una raccolta delle principali interviste è uscita presso La Vita Felice (2014) con il titolo Undici dialoghi sulla poesia.
Traduce dal francese (Sade, Céline, Mallarmé, Valéry, Supervielle, Bonnefoy) e dalle lingue classiche (Pindaro, Sallustio, Rutilio Namaziano, Disticha Catonis).

Un commento su “Giancarlo Pontiggia, Poesie da “Voci, fiamme, salti nel buio”

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: