Enrico Marià, da I figli dei cani

 

La resa delle onde
nel farsi mare calmo,
l’ultima supplica
morire di te
in un’innocenza d’infanzia.

 

 

Mamma non umiliarti con le guardie
non giurare loro di non vedermi da giorni
né di non avere idea di dove sia,
non raccontargli della tossicodipendenza
del Sert, che sono scappato dalla comunità,
tanto mi sai a Carignano
ad afferrare i manici di una borsa
il tirarli così forte da far cadere
e trascinare a terra
una donna che avrà i tuoi anni;
che penso al frigorifero
l’anima della casa
ai nipoti che lo aprono
al loro sorriso
alle bibite
quel recinto di luce:
eroina che altro non ti chiedo
iniziami alla pietà,
allo sguardo dei bambini
fratelli dei cani.

 

 

Schiuma di fiori
sugli scogli
con mia madre
io bambino restavo
primo orizzonte
il labbro del mare.

 

 

È ancora dare la bocca il culo
per un giubbotto un passaggio
qualche maglione,
ché il giorno è la notte più fredda
abbracciami forte come il mare:
tu il cielo scavata trincea,
tu la vita il morire
assedio d’amore.

 

 

Le si gettava ai piedi implorandolo
in risposta l’essere calpesta
fino a pisciarci sopra,
di bambino il mio vedere impotente
e il vivere come liberazione
l’essere promosso a carne
da battere, violentare:
sono le umiliazioni
che mi fanno ammazzare
di calci i randagi
perché troppo ci somigliano
noi brividi scolpiti
esercito di lacrime
dal vento abbattute.

 

 

Sapere che la tua fica
si bagna per me,
sentirlo con le dita
io solo questo
chiamo amore;
l’animale che sono,
carne di ganci
appesi al cielo,
tutto il mio sentire
morto per fame:
la vita che mi ha fatto
bestia e cane.

 

 

Tra tossici
contro i muri
per solitudine
ci scopiamo fratelli,
Genova d’acqua
colpevole testimone
di tanti massacri,
noi il primo buio
il segreto della carne:
ché vivere è mentire
morire il confessare.

.

© Enrico Marià, I figli dei cani, Puntoacapo editrice, 2019

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.