Ilaria Grasso, poesie

 

Berlino, foto di Gianni Montieri

Domani, 25 novembre, sarà la Giornata mondiale contro la violenza sulle donne. Pubblichiamo qui di seguito alcune poesie inedite di Ilaria Grasso, attivista e poeta estremamente attenta e sensibile all’argomento (gm).

*

 

LA BADESSA

Era molto originale
il suo modo
d’apostrofarmi sempre
con variopinte offese
Per via della mia stazza
spesso
mi chiamava badessa
ed io in cuor mio sapevo
che sarei rimasta indenne
da quell’inferno
perché
grande è il regno dei cieli
per chi crede.

 

*

ABUSO D’ATTI D’UFFICIO

Lui la prende dietro la scrivania
dopo il turno di sera
nel suo ufficio personale
che si trova accanto a quello
della segreteria. La rosa trema
nel vaso sulla scrivania
assieme a lei che non si spoglia
aspettando che al padrone
prima o poi passi la voglia
Non accade mai e dico mai
che a lui passi questa voglia
e quando va a casa dal marito
con gli occhi vuoti
dopo aver preparato la cena
per tutta la famiglia
dice solo che è stanca e vuole
andare a letto
a letto da sola e a letto presto.

 

*

Hanno voluto cancellarmi e ci sono riusciti”
A Vera Caslavska ginnasta ed eroina cecoslovacca

:::::::::::::::::::Aveva solo bisogno di un’asta
per fare un salto avanti e superare così certi ostacoli
Sempre gli stessi
La trovarono a terra
Appoggiata al muro
A guardarsi in mezzo alle gambe
per sapere quanto
:::::::::::::::fossero profonde le pareti
nel momento esatto della mancanza.

 

*

LA FELICITÀ
Al marito della mia amica

Se solo l’avesse conosciuta prima di te
non penserebbe di certo che sia davvero
tuo il merito di farle tremare il petto.
Non penserebbe che l’aridità che l’asseta
abbia fine solo con la fresca tua saliva.
Non penserebbe che a tenere fermi
i suoi pensieri inquieti siano solo
le tue tenere mani tra le tempie.
Non penserebbe che a toglierle il velo
che da sempre le copre la lingua
siano le tue dita, così da gustarla finalmente
(la vita)
E così alla fine la convinco
che non sei solo tu a dargliela
(la felicità, questo le dico…)

 

*

ALCUNI FRAMMENTI

E lo capirai (purtroppo)
solo quando avrai una figlia
(se l’avrai) Con questi presupposti
spero mai!

*****

Comanda sempre la trivella
(Non tutte le montagne franano)

*****

E dunque quale sarebbe la tua posizione
Davanti, dietro o accanto ?

 

© Ilaria Grasso

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...