Anna Toscano – my camera journal 4

2013-07-25-00-16-58

Quando mi hanno detto che mi avrebbero portata qui ne ero felice. L’eternità in un luogo così bello, calmo, silenzioso. La Basílica Nuestra Señora Del Pilar lì in fondo la vedevo bene: lì mi sono sposata, lì ho battezzato il figlio che ora tengo tra braccia, lì i miei e i suoi funerali. Allora c’era così poca gente qui. Tra nove anni questo luogo compirà due secoli, è sovraffollato, non ci sta più nessuno, molte cappelle sono abbandonate con casse a vista sui vivi ed erbacce che crescono fin sui tetti. Non sono i turisti con il loro vociare che mi danno noia, coi loro cellulari che suonano, con le loro risate piene di vita, con i loro flash in pieno giorno, anche se da quando hanno portato qui Evita sono sempre più numerosi. Una volta c’era la pace del calar della sera. Poi, poi hanno costruito qui attorno, ovunque, vicinissimi condomini alberghi ci sovrastano. E quando chiudono i cancelli è lì che le luci si accendono piano per piano stanza dopo stanza ed ecco le figure alle finestre, le loro voci, la musica, gli odori che escono dalle cucine, a  rendere tutta quella vita insopportabile a noi che siamo così eterni.

***
Testo e foto di Anna Toscano

***

il link per leggere il my camera journal 3

6 comments

  1. « Quand même Dieu n’existerait pas, la Religion serait encore Sainte et Divine.

    Dieu est le seul être qui, pour régner, n’ait même pas besoin d’exister.


    De la féminéité de l’Église, comme raison de son omnipuissance. »

    Charles Baudelaire / JOURNAL

    Mi piace

I commenti sono chiusi.