Solo 1500 N. 12 – La parte mista del tabellone

SOLO 1500 N. 12

Lungo la strada che costeggia il mare tra Porto Recanati e Numana, ci sono molti stabilimenti balneari. Tutti numerati, come da concessione, e a ogni numero segue un nome, quello scelto per il lido. I cartelli, con il numero e poi il nome, prevedono, in basso, uno spazio per eventuali inserzioni pubblicitarie. Lo spazio è equamente diviso tra denominazione lido e spot. Molti degli spazi previsti per la pubblicità sono stranamente vuoti, senza scritte. Non nel caso dello stabilimento 43 – Il Pescatore – Sexy Shop. L’abbinamento è divertente e mi ha spinto a fare alcuni ragionamenti. Immaginando il Sexy shop posto all’interno del lido, divido i bagnanti in categorie: parte alta del tabellone (fa un po’ Wimbledon lo ammetto), parte bassa e – eventuale parte mista. Come per i salvataggi, prima i vecchi e i bambini. Primo intoppo. Anziani con bambini, è facile, stanno tutti nella parte alta, ma se, ad esempio, una mattina la nonna o il nonno vanno al mare da soli, chi può escludere che non facciano un salto nella nostra parte bassa? Per cui la divisione è: bambini parte alta, nonni parte mista. I single, diciamo fra i trenta e i cinquanta, potrebbero stare nella parte mista tendendo alla parte alta, perché me li vedo entrare nel sexy shop di notte, a ombrelloni chiusi, come si suol dire. Il vero casino da mal di testa, sono i genitori quelli standard: coppia con uno/due figli. Dopo un paio d’ore di tentativi di inclusione o esclusione, li schiaffo tutti nella parte mista e me ne vado alla Bussola – Stabilimento 31. Niente spot.

Gianni Montieri

qui i link ai tre numeri precedenti:

n. 11  n. 10 n. 9

10 comments

  1. in quanto mamma di un bambino,ti dico che non ci sono problemi,nel senso che si fa a turno..una volta il papà col bambino nella parte alta,con conseguente discesa della mamma nella parte bassa e viceversa ;-).. e fidati i single tra i trenta e i cinquanta tornerebbero a casa bianchi perchè al sole non starebbero mai!!!

    Mi piace

  2. Per una non insolita coincidenza sono capitata a Numana ad Agosto, proprio poche settimane fa; io (nonna) sono scesa dall’auto e la nipotina (8 anni) mi ha guidato tenendomi per mano e, per prevenire la mia sbadataggine, mi spiegava:
    “Vedi nonna? noi veniamo qui, non puoi sbagliarti. Bagno La capannina e sotto c’è scritto Sexy shop”.
    La fanciulletta non si è per nulla posta problemi per quella pubblicità che,evidentemente,è ripetuta in più di uno stabilimento e nulla più.
    Ha frequentato quello stabilimento, con la sua famiglia, per quasi un mese ed ha, invece, imparato a memoria il dettaglio del cartellone della pubblicità dei gelati motta che si vendevano nel bar :-)

    Divertenti, invece, sono le nostre suggestioni. Da dove può nascere una riflessione, un’ispirazione, un’idea? Da libere associazioni? Da una casualità? Beh, non è comunque magnifico?

    Mi piace

I commenti sono chiusi.