Miriam Bruni, poesie da “Così”

 

Come se non fosse
una pazzia totale
consegnare il cuore.

Sfilarsi via il pudore

– inutilmente –

– finché si muore –

restando a masticare
il buio con i piedi,
ormai privi di chiave.

 

 

È spesso l’impensato
ad accadere, proprio quello:
il paradosso a speronare.
Le parole ci provano a inseguire,
raccontare – Ma la vita
sfugge loro, e non resta
che il silenzio
ad inciderne il profilo
nel carminio
di un tramonto chiodicroce.

 

 

Se anche il mio nome
parla di altezze,
nella bruna terra venni
piantata. La sua brama per noi
è di ascesa incarnata, una
Cristologia sussurrata,
che dal basso risale
come scrisse anche Weil.
E quel basso son io!
Sono io quella pietra
battezzata da Dio.

 

 

A S. Ildegarda

Ci sfiora le caviglie il tempo
e dopo / la sommità del capo

A cerchio

passando accanto agli arti –
mandala / di un re dimenticato

 

 

Ci incontriamo fra i non nati
– Quanti siamo! –

Fra il segno e il senso. I sensi
e il mondo. E scambiamo

nell’ ombra parole, lasciamo
sfiorire le rose – gli amori
fuori tempo / fuori campo –

Gettiamo nuovi fili
oltre la cruna – Forse ami –

 

 

Un grande silenzio
li circonda. Come parchi
delle ville nobiliari.

Non temete: è simile ai versi
il mistero di un figlio
che non può in alcun modo

esaurirsi. Interrogate
le poesie – chiedete loro
il dove, il perché siano nate.

Non tutte, ma alcune
risponderanno liete.

 

Miriam Bruni, Così, EDpoetry, editografica 2018

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.