Paolo Virzì, La pazza gioia

LA-PAZZA-GIOIA-Locandina-Poster-2016

La pazza gioia, evviva la commedia all’italiana di Nicolò Barison

 

Valeria Bruni Tedeschi è Beatrice, una contessa miliardaria decaduta, che, a sua detta, è in stretti rapporti con i leader più influenti di tutto il mondo, fra cui Silvio Berlusconi, con cui condivide l’”accanimento giudiziario”. Micaela Ramazzotti è Donatella, una giovane madre dal passato burrascoso, il cui unico scopo è rivedere suo figlio dato in adozione, o almeno, avere una sua foto. Le due donne soggiornano in un istituto mentale, una grande villa colonica sulle colline pistoiesi convertita in struttura pubblica, sotto lo stretto controllo del Giudice di Sorveglianza, il quale ha disposto la custodia cautelare. Tra loro nascerà una splendida amicizia che le porterà a fuggire dall’istituto, dando vita ad una bizzarra avventura on the road.

Paolo Virzì, a due anni di distanza da Il Capitale Umano, lascia le zone del vicentino e ritorna a girare nella sua amata Toscana. La pazza gioia è una commedia agrodolce sui drammi personali di due donne: Donatella e Beatrice. Taciturna e inizialmente diffidente la prima, esuberante e logorroica la seconda, le due diventano pian piano amiche. Durante un’uscita dall’istituto per un lavoro socialmente utile in un vivaio, Donatella e Beatrice, approfittando di un ritardo del pulmino, decidono di scappare e darsi alla “pazza gioia”. Il film di Paolo Virzì certo ricorda Thelma & Louise, ma con qualche accorgimento. Se le due americane nel film di Ridley Scott fuggivano dalla loro noiosa quotidianità, le due toscane scappano in cerca dei frammenti del proprio passato. Con La pazza gioia Virzì mette in scena una storia tenera e triste, che trova la sua forza, e sembrerebbe un ossimoro, proprio nelle fragilità delle due protagoniste, Valeria Bruni Tedeschi e Micaela Ramazzotti, le quali forniscono due prove davvero convincenti. Le due attrici sono in grande sintonia fra loro, una coppia che scoppia, dove la recitazione dell’una valorizza e completa quella dell’altra. Due ruoli femminili potenti che non hanno nulla da invidiare alle donne dei film di Pedro Almodóvar. Ma, d’altra parte, Paolo Virzì è ormai una certezza.

LA-PAZZA-GIOIA-Valeria-Bruni-Tedeschi-Micaela-Ramazzotti-2015

Degno erede della commedia all’italiana, il regista toscano negli ultimi anni ha trovato grande equilibrio e maturità, da La prima cosa bella a Il capitale umano, passando per Tutti i santi giorni e Tutta la vita davanti, pellicole intense che dosano con maestria la commedia e il dramma, facendo grande onore al nostro cinema. Oltre alle attrici protagoniste, una grande applauso va fatto a tutto il cast, perché ogni singolo personaggio di contorno ha una sua profondità e una sua psicologia ben definita. Il personaggio più bello, anche a detta della stesso Virzì, è il padre di Beatrice, interpretato da Marco Messeri, cantante fallito di pianobar con un rene malandato, la cui estrema disperazione colpisce particolarmente, anche se appare solo per pochi minuti. Caratteristi eccellenti che si amalgamano perfettamente con i protagonisti, un grande insegnamento della commedia all’italiana dei tempi d’oro, che Virzì conosce bene. Una menzione è d’obbligo anche per lo splendido paesaggio in cui è ambientato il film, le colline pistoiesi, Montecatini Terme, il lungomare di Viareggio, ritratti con colori vivi e lucenti grazie alla splendida fotografia di Vladan Radovic.

Si ride, si riflette, ci si commuove genuinamente (che forse è la cosa più difficile), La pazza gioia ha tutti gli ingredienti delle belle commedie all’italiana di una volta e conferma la bravura ormai consolidata di un grande regista maturo: Paolo Virzì.

*

©  Nicolò Barison

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...