Francesca Del Moro: poesie inedite

Francesca Del Moro

Francesca Del Moro

Poesie Inedite

II

Qui non ci sono i cubicoli
di Monsieur Hulot.

Qui c’è un open space
con tutti i suoi comfort.

Ma i pensieri di ciascuno
si muovono al sicuro
in un minuscolo
spazio quadrilatero.

Non c’è nessun rischio
neppure che si sfiorino.

.

III

migliorare l’offerta incentivare la domanda
aumentare la durata ridurre il costo
stessa cifra, due ore in più al giorno
due volte all’anno lavoratori in saldo
estendere la garanzia illimitatamente
la merce fallata si può rimborsare
la merce usurata si può rottamare
trovare soluzioni per far sì che
in caso di impiego che lo richieda
l’utilizzo del pensiero non ostacoli
un corretto funzionamento
ad esempio fornire il pensiero
di adeguati binari di scorrimento
dotare sempre ogni articolo
di un caricatore di paura
con la raccomandazione
di attaccarlo
ogni sera

..

IV

proviamo ancora col rosso
rosso di alba ottobrina rosso romano di belle ombre sulla pietra rosso di bandiere rosso di cappellini rosso di guance accaldate rosso di occhi stropicciati di sonno rosso di maglie rosso di pettorine rosso di foulard rosso di palloncini rosso sdegno per il rosso sangue sulle tute blu rosso sangue che verrà sulle camicie bianche rosso sulle maniche arrotolate rosso sulle rosse maglie sulle rosse bandiere sulle rosse pettorine rosso su blu rosso su bianco rosso su rosso proviamo ancora col rosso

.

VI

(Ballyturk)

trema la musica
nel corpo tremano
i muri e si dissolvono
nel buio affiorano antichi
visi custodi di risposte
riposano i miei morti
in fondo alla sua voce
si inchioda nel mio occhio
il suo azzurro stupore

.

.


Francesca Del Moro
è scrittrice, traduttrice, editor, performer e organizzatrice di eventi legati alla poesia. È nata a Livorno nel 1971 e vive a Bologna. È laureata in lingue e dottore di ricerca in Scienza della Traduzione. Ha pubblicato le raccolte di poesia Fuori Tempo (Giraldi, 2005), Non a sua immagine (Giraldi, 2007), Quella che resta (Giraldi, 2008), Gabbiani Ipotetici (Cicorivolta, 2013) e Le conseguenze della musica (Cicorivolta, 2014). È autrice di una traduzione isometrica delle Fleurs du Mal di Baudelaire, pubblicata da Le Cáriti nel 2010. Fa parte del collettivo artistico Arts Factory, con cui ha realizzato opere di videoarte e videopoesia. Ha contribuito come poeta, traduttrice e performer ai cataloghi, alle opere di videoarte e alle performance di presentazione delle mostre collettive di arte contemporanea Scorporo (2011), Into the Darkness (2012) e Look at Me! (2013), tutte curate da A. M. Soldini. Alcune sue poesie sono incluse nelle antologie Il ricatto del pane (CFR, 2013) e 100.000 poeti per il cambiamento. Bologna – Primo movimento (Qudu libri, 2013). Nel 2013 ha pubblicato la biografia della rock band Placebo La rosa e la corda – Placebo 20 Years, edita da Sound and Vision. Cura la rubrica Poemata. Versi Contemporanei sulla rivista ILLUSTRATI edita da Logos e scrive di musica per il magazine Sound and Vision.

5 comments

I commenti sono chiusi.