Mese: ottobre 2014

Come una lettera (inedito)

di Luciano Mazziotta non est extrinsecus malum nostrum: intra nos est, in visceribus ipsis sedet. (Seneca)     Quando scrivi “rinunciavamo” è chiaro, caro, che altro che di rinunciare parli e chiara è la distanza tra il te di ora …………………………………..e il te di allora.… Continue Reading “Come una lettera (inedito)”

La gentilezza di Jucci

La gentilezza, soprattutto. Questo è il pensiero che viene d’acchito dalla lettura di Jucci, l’ultima raccolta di Franco Buffoni, da poco uscita per Lo Specchio Mondadori. Gentilezza, il risultato della grazia, qualcosa di grande e compiuto, il frutto di un’azione delicata e sofferta che… Continue Reading “La gentilezza di Jucci”

Cartografie di Viola Amarelli

Una voce tremenda e terribile. Certe volte si scorda, ma poi arriva improvvisa. Prova a rimpicciolirsi, rifugiarsi in un angolo, via. Non funziona, la colpa è la sua. Disattento combina guai. Cartografie di Viola Amarelli, Zona contemporanea, 2013, è un libro enigmatico e affascinante,composto… Continue Reading “Cartografie di Viola Amarelli”

Le cronache della Leda #28 – Le mie amiche, la mia pazienza e “Il giovane favoloso”

Le cronache della Leda #28 – Le mie amiche, la mia pazienza e “Il giovane favoloso” XXVIII – A SE STESSO Or poserai per sempre, Stanco mio cor. Perì l’inganno estremo, Ch’eterno io mi credei. Perì. Ben sento, In noi di cari inganni, Non… Continue Reading “Le cronache della Leda #28 – Le mie amiche, la mia pazienza e “Il giovane favoloso””

Per Gianmario Lucini, il poeta, il costruttore di pace.

L’ho visto domenica scorsa, 26 ottobre, nel pomeriggio. Era a Roma, al Villaggio Cultura, dove era divenuto una presenza familiare – quante volte, Gianmario, abbiamo parlato con il gruppo dei lettori lì, di andare “oltre le nazioni”, di coltivare la poesia e, insieme,  di… Continue Reading “Per Gianmario Lucini, il poeta, il costruttore di pace.”

Le peregrinazioni angolari di Roberta Durante

di Luca Pasello Trasumanar significar per verba non si poria… Se l’atto di nominazione conti qualcosa (e con esso l’omonimia, suo fecondo bug), si può facilmente esperire circuitando per via di suono brand secolari e nomi dell’oggi. Capita così di sorprendere Durante (!) di Alighiero… Continue Reading “Le peregrinazioni angolari di Roberta Durante”

Poesie da “La morte ha i giorni contati” di Mario Meléndez

LA MORTE HA I GIORNI CONTATI (LA MUERTE TIENE LOS DÍAS CONTADOS) Mario Meléndez traduzione di Alba Metaponte     «Accidenti, era molto tempo che non leggevo una poesia capace di sorreggersi da sola» (Nicanor Parra, Premio Cervantes di Letteratura 2011. La morte ha… Continue Reading “Poesie da “La morte ha i giorni contati” di Mario Meléndez”

Nota di lettura a Il senso della possibilità e Come un solfeggio di Antonio Spagnuolo

  Qual è il senso della possibilità? È se la possibilità è il senso dell’esistenza qual è il senso dell’esistenza? E  la poesia che ruolo può svolgere nella ricerca di tale senso? Queste domande sembrano emergere dalle ultime raccolte di Antonio Spagnuolo, poeta e… Continue Reading “Nota di lettura a Il senso della possibilità e Come un solfeggio di Antonio Spagnuolo”

“andare a settanta su questa statale” (Inedito)

di Luciano Mazziotta  andare a settanta su questa statale è come quell’incubo che ti insegue una bestia e non riesci ad urlare e c’ho sonno il caffè non mi sveglia e c’ho sonno gliel’ho detto così tante volte alla cinese che il caffè che fa… Continue Reading ““andare a settanta su questa statale” (Inedito)”

La Disarmata – cinque napolitudini

  Roberto Bolaño a Piazza Garibaldi   I treni che vanno e vengono sono uguali qui o a Santiago, a Parigi come in Spagna le stazioni, no le persone ancora meno i binari sono già letteratura, credo che avrei rubato libri come in Cile… Continue Reading “La Disarmata – cinque napolitudini”

Nulla al ver detraendo. In difesa del Leopardi di Martone

Come ha osato Martone sporcare il grande Leopardi abbassandolo a protagonista di un film e come potrà mai un film rendere la grandezza e il genio di Leopardi senza banalizzarlo? Questa è stata la prima reazione, il più delle volte inconsapevole, quasi un riflesso… Continue Reading “Nulla al ver detraendo. In difesa del Leopardi di Martone”

Class enemy

Si può chiedere, a una ragazza di sedici anni che confessa tra le lacrime di voler lasciare la scuola, di cercare la parola “fallito” nel vocabolario e di leggerla ad alta voce? Si possono fare, con lei che si dichiara incapace di capire perché… Continue Reading “Class enemy”

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo:
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo:
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo:
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo:
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo:
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo:
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo:
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo:
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo:
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo:
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo:
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: