Gabriele Galloni, Slittamenti

Gabriele Galloni, Slittamenti, Augh edizioni, 2017

 

Ritorna il padre
a casa, morto. Il muro
è così bianco che
illumina da sé.

 

*
Sappiamo per esempio
senza dirlo che adesso Villa Sciarra
è di nuovo uno scatto
sovraesposto, un abbassare lo sguardo
per troppa luce, il conto
di questa estate e di quelle trascorse.

 

*
Scendendo da via Longomerio
possiamo vedere lo scheletro
in certe giornate di sole
dei vecchi edifici al di sotto
di stucchi vernici facciate –
non è qualcosa per cui essere
allarmati; i Misteri è inutile
citarli a caso. Il passo
ritorna indietro, incredulo.

 

*
In principio è una sala ristorante
affacciata sul mare. Undici tavoli
vuoti, un formicolare di ombre appena

visibile vicino la toilette.
Ci siamo entrambi, fuori fuoco, e tante
altre cose a riempire questi spazi:

ne traccio spesso un inventario inutile.

 

*
Disse che il promontorio di Gaeta
non era visitabile di notte.
Una bugia. Tornammo l’anno dopo

e quasi ci morimmo
di freddo. Lui non l’ho visto mai più.
Né lui – né il promontorio.

 

*
L’accumulo è far numero,
far numero è memoria.
Tra queste cose – tante –
il filo della storia
si srotola in un sibilo
via via più distante.

 

*
Le case bianche a perdita
d’occhio, le cancellate
arrugginite. A sfondo
di cartone, sfrondate
chiome di nubi simulano
l’estate del mondo.

 

© Gabriele Galloni

 

3 commenti su “Gabriele Galloni, Slittamenti

  1. Ho avuto la fortuna di leggere il libro appena uscito, ad agosto.
    Una piccola perla di luce. Poeta giovanissimo, 22 anni, ma dalla voce già piena e formata. Spero di poter leggere presto altri suoi lavori.

    Piace a 2 people

  2. Pingback: A margine delle raccolte di Canaletti e Galloni. Considerazioni | Poetarum Silva

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: