Ciò che disse il legno: Twin Peaks attraverso i monologhi della Signora Ceppo#21

Ogni episodio di Twin Peaks (in attesa dei nuovi, annunciati per quest’anno) è introdotto da un monologo di Margaret Lanterman, conosciuta da tutti come la Signora Ceppo perché gira abbracciando un ciocco di legno con cui si confida e dal quale ottiene rivelazioni. Potrebbe essere la pazza del paese, se a scarseggiare a Twin Peaks non fosse proprio la normalità. Quei monologhi, scritti dallo stesso Lynch, sono in definitiva una successione di poemetti in prosa, misteriosi, surreali, bellissimi. Hanno un valore poetico autonomo, e al tempo stesso sono una chiave di accesso al mondo immaginato dal regista e dai suoi collaboratori (Mark Frost, co-ideatore, su tutti). Dalle parole cercherò ogni volta di andare alla storia e ai personaggi, senza però svelare troppo per chi ancora ha la fortuna di non aver visto la serie. E tuttavia ogni spiegazione sarà solo l’inizio di qualcosa: nel linguaggio di Lynch, sia verbale che cinematografico, permane un residuo di non significato, un nodo di oscurità, un ceppo che non brucia e che parla.

.

windom1

..

[Episodio Venti: Scacco matto]
My husband died in a fire. No one can know my sorrow. My love is gone. Yet, I feel him near me. Sometimes I can almost see him. At night when the wind blows, I think of what he might have been. Again I wonder: why? When I see a fire, I feel my anger rising. This was not a friendly fire. This was not a forest fire. It was a fire in the woods. This is all I am permitted to say.

Mio marito è morto in un incendio. Nessuno può conoscere il mio dolore. Il mio amore è perduto. Eppure, lo sento vicino a me. Qualche volta posso quasi vederlo. Di notte quando il vento soffia, penso a quello che avrebbe potuto essere. Di nuovo mi chiedo: perché? Quando vedo un fuoco, sento la mia rabbia che cresce. Non era un fuoco amico. Non era un fuoco nella foresta. Era un fuoco nel bosco. Questo è tutto ciò che posso dire. (trad. di Andrea Accardi e Alessandra Zarcone)

In questo monologo Margaret parla di sé, del suo dolore, del marito morto in un incendio nel bosco, quel bosco dove adesso si stanno accumulando i nuovi misteri. Eppure è come se queste parole ci allontanassero per qualche istante da Twin Peaks e dalle sue stranezze (è in arrivo Windom Earle, con i suoi scacchi), soffermandosi invece sospese sul mistero che riguarda tutte le vite, in qualunque luogo. Margaret, eccentrica in un paese di eccentrici, ha in realtà una sofferenza segreta di cui nessuno deve permettersi di ridere. Il suo amore is gone, e a volte il vento di notte glielo ricorda, simulando il tempo in compagnia che non è mai avvenuto. Margaret ci sta parlando del fuoco che non è amico, della cenere che resta e si deposita su tutto, della paradossale combinazione di sopravvivenza e nulla. Non le siamo mai stati così vicini, per tutti i ceppi invisibili che ci portiamo dietro.

@Andrea Accardi

3 comments

    1. Grazie davvero per l’apprezzamento.
      Quanto alla domanda, me lo sono chiesto anche io, e non sono riuscito a dare una risposta univoca. Direi che è uno di quei nodi di oscurità che non si possono sciogliere, ma che vanno percepiti nella loro forza evocativa. Ciao!

      Mi piace

      1. Ti ringrazio. Mi sono fatto l’idea che con “a forest fire” la Signora si stia riferendo a un innocuo o almeno consueto incendio boschivo. Invece il “fire in the woods” è un fuoco proprio di quel luogo così misterioso. D’altra parte, e correggimi se sbaglio, nell’introduzione al primo episodio presenta il bosco con queste parole: “the mistery of the woods. The woods surrounding Twin Peaks.” Non una generica “forest”. Poi “forest fire” ha l’aria di essere un’espressione molto precisa in lingua inglese, ma non ne sono certo.

        Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...