Questo Natale (bonus): Giovanni Raboni, Niente sarà mai vero come è

giovanni-raboni

Niente sarà mai vero come è
vero questo venticinque dicembre
millenovecentonovantatré
con il suo tranquillo traffico d’ombre
*
*
per corsie e sale e camerate ingombre
di vuoto e il fiume dei ricordi che
rompe gli argini in silenzio. È in novembre,
lo so, vuoi che non lo sappia? per te
*
che si semina dolore, il più forte,
il più contro la vita – ma se viene
solo ora al suo compimento di morte*e di lì a un’altra nascita conviene
far festa qui, bruciare qui le scorte
di incenso e febbre al turno delle pene.

*
© Giovanni Raboni, da Quare Tristis (ora in Tutte le poesie, Einaudi, 2014)