Due inediti di Sophie Curzon-Siggers

biennalearchitettura 2010 -foto gm

.

VELA DI VITA

tenendo spina dura e testa-seme,
il petto si gonfia e si curva giù
una vela di vita tra le dita,
un arco che sospende dentro
frecce. lanciata in altezza
fa cerchi verso il suolo
come l’acqua buttata alla fine
d’un bagno.

.

. 

IL LUTTO MI PORTA IN ROSSO

.

Cantico dei Cantici 8:6-7

Il lutto mi porta in rosso,
mi fa guadare il lago versato
sul pavimento. là circolano nuove vene
in gambe e braccia di legno, lo succhiano
tappeti e canovacci
spugne del orlo del destino.
nel buio suona il lampo
singhiozzo del rivelatore di fumo,
un faro nella notte
suona per la temperatura che scende
o grazie te, chissà quale. ormai il tuo
terreno – mio –
si è staccato,
dal mio – sempre tuo –
sotto l’alluvione.
Io sono le donne anziane
di nero sfumato
pero rosso, sono tinta dalla
fiamma-sangue che
sei tu.
A me sono lasciate le braci
di questa vita carnosa,
il lutto mi trascina
al dopo
te.

.

.
© SOPHIE CURZON-SIGGERS

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: