,

Il demone dell’analogia #66: Notte

«Una strana amicizia, i libri hanno una strana amicizia l’uno per l’altro. Se li chiudiamo nella mente di una persona bene educata (un critico è soltanto questo), lì al chiuso, al caldo, serrati, provano un’allegria, una felicità come noi, esseri umani, non abbiamo mai conosciuto. Scoprono di assomigliarsi l’un l’altro. E ognuno di loro lancia frecce, bagliori di gioia verso gli altri libri che sembrano (e sono e non sono) simili. Così la mente che li raccoglie è gremita di lampi, di analogie, di rapporti, di corti circuiti, che finiscono per traboccare. La buona critica letteraria non è altro che questo: la scoperta della gioia dei libri che si assomigliano».
Mario Praz

Collage digitale by Dina Carruozzo Nazzaro Gerd Bannuscher + Evelyn Nesbit

 


Sta piovendo. Il tetto tiene,
i vetri non si scompongono.
È una notte che partorisce sicurezza.
Il sistema di allarme sogna
di dormire fino a tardi.
Se non fosse per le infiltrazioni di assenza
e i morti che mi chiamano per nome,
sarei quasi felice.

Inedito di Marco Brogi

ADDIO

Addio tesoro mio, sei le tue curve
difficili, le strade di campagna
nella nebbia, la luna che sparisce
e poi si arrabbia, il sole che dipinge
a raggi e strisce le tenebre nude
del tramonto. Si accende in questo mio
cadere tanto un fuoco nuovo che
sconvolge il cielo, un tocco di dolcezza
inaspettato. È notte chiara e neve
tra le parole in fiore addosso e vere.
Schiariscono le sere: il passo è breve.

Inedito di Andrea Casoli

*
O notte, o dolce tempo, benché nero,
con pace ogn’ opra sempr’ al fin assalta;
ben vede e ben intende chi t’esalta,
e chi t’onor’ ha l’intelletto intero.
Tu mozzi e tronchi ogni stanco pensiero;
ché l’umid’ ombra ogni quiet’ appalta,
e dall’infima parte alla più alta
in sogno spesso porti, ov’ire spero.
O ombra del morir, per cui si ferma
ogni miseria a l’alma, al cor nemica,
ultimo delli afflitti e buon rimedio;
tu rendi sana nostra carn’ inferma,
rasciughi i pianti e posi ogni fatica,
e furi a chi ben vive ogn’ira e tedio.

Da Rime di Michelangelo Buonarroti

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un’icona per effettuare l’accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s…

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.


%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: