Il demone dell’analogia #38: Polena

«Una strana amicizia, i libri hanno una strana amicizia l’uno per l’altro. Se li chiudiamo nella mente di una persona bene educata (un critico è soltanto questo), lì al chiuso, al caldo, serrati, provano un’allegria, una felicità come noi, esseri umani, non abbiamo mai conosciuto. Scoprono di assomigliarsi l’un l’altro. E ognuno di loro lancia frecce, bagliori di gioia verso gli altri libri che sembrano (e sono e non sono) simili. Così la mente che li raccoglie è gremita di lampi, di analogie, di rapporti, di corti circuiti, che finiscono per traboccare. La buona critica letteraria non è altro che questo: la scoperta della gioia dei libri che si assomigliano». Mario Praz

Collage di Dina Carruozzo Nazzaro con ritagli di V. van Gogh e A. M. Zilbermann
Polena

 

Io sono la polena che qualcuno ha salvato
dalla demolizione di un veliero.
Aquila su scialba insegna d’osteria,
non fisso più orizzonti né tempeste.

Tu che passi sforzati di credere
allo slancio delle mie ali spiegate.
Ai fianchi dello scafo convergono gli oceani.
A me, immobile, i cieli reggono il volo.

da Pallottoliere celeste di Maria Luisa Spaziani

 

SPAZI DELL’ASSENZA

Ci furono tempi in cui su quella prua
ora vuota
un volto definiva la speranza o va’ tu a sapere cosa.

Era lì senza aver scelto
né presagito le burrasche
o le calme distese del mare.

Qualcuno lo aveva incastonato
per soddisfare un vecchio anelito
o pagare, forse, una vecchia colpa.

Un altro (più? meno?) scaltro
decise di toglierlo.

Certo, il volto ora non c’è più.

Sarà questo il suo strano modo di perdurare?

da Figure di prua di Juan Octavio Prenz

 

MINERVA

A mandarci segnali dalle barche,
le torce a muoversi nel buio,
lucciole per indicare presenza
o direzione. Siamo sicuri
che non fosse nebbia o sogno?
Non so — ma alla prua l’orma
vuota della polena, segno
di parole da riempire.
Era il volto intagliato rubato
da qualche antica fantasia?
Era un segnale, un sangue?
In una stiva conversano
voci su quello che fu
e che sarebbe stato.

inedito di Davide Zizza

Un commento su “Il demone dell’analogia #38: Polena

  1. Pingback: Il demone dell’analogia #38: Polena – Atelier D

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: