un libro al giorno #27 Pierre Drieu La Rochelle, Racconto segreto (3)

rochelle5Come ogni anno faremo una piccola pausa estiva rispetto alla programmazione ordinaria, cercando di fare sempre una piccola cosa diversa per ogni estate; quest’anno dal 25/07 al 21/08 (con tre post al giorno) proporremo testi da libri che amiamo particolarmente, sperando di accompagnarvi in vacanza e di aiutarvi a sopportare meglio il caldo. La programmazione ordinaria ricomincerà lunedì 22/08 (la redazione).

Ebbene, ora l’ho capito, la solitudine è il cammino del suicidio o almeno il cammino della morte. Nella solitudine assoluta si prova un piacere unico, superiore a ogni altro, per il mondo e per la vita; è il solo modo per gustare fino in fondo un fiore, un albero, una nuvola, gli animali, gli uomini, anche quando passano lontano da noi, e le donne; ma è la china lungo la quale ci si perde.

E poi continuavo ad essere curioso.

La curiosità di cui sto parlando non è solo la curiosità di conoscere, ma una curiosità audace, imprudente, che vuol essere attiva e sperimentale. E’ una curiosità magica, teurgica, che sogna di compiere imprese, di abbattere barriere. Il suicidio è uno dei suoi strumenti proibiti; non è certamente il solo, è però l’ultimo, anche se forse non è il supremo fra quelli che l’uomo ha inventato e sperimentato per abbattere da vivo, anziché con le idee e con la fantasia, il muro della sua prigione terrena. Ecco perché Baudelaire, il poeta della meditazione, ha posto il suicidio nelle Litanie a Satana, fra gli atti di audacia più o meno criminali, da un punto di vista sociale, che sono offerti all’uomo per scuotersi, per agitarsi, per protestare, per sfuggire: gli altri sono la droga, la lussuria, l’alcol, il furto e l’assassino, l’alchimia, il guadagno, la scienza e la rivolta.

Dostoevskij ha rappresentato magnificamente questa curiosità nel personaggio di Krilov. Pur nella prospettiva limitata del dilemma: cristiano o suicida, credente o ateo, Dostoevskij, prigioniero della prospettiva cristiana, ha visto come unica alternativa un uomo che lo è ancora quando odia paradossalmente il dio che nega, che ha provocato, che insegue fin nel suo covo, cioè nella morte.

Pierre Drieu La Rochelle, Racconto segreto, SE Edizioni, 1986, trad. di Alfredo Cattabiani.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...