Fuori di testo (n.3)

Nel silenzio

Voglio respirare lentamente il tuo profumo e non so se risvegliarti
Ho dormito poco per sognarti all’improvviso e non ho sognato niente
Esco per lasciarti libera di sopravvivere per dimenticarti e ritrovarti consapevole.

Non vedi che mi arrendo
non capisci che lasciandoti andare
potrai desiderare
riconquistarti e perderti
perché non vedi che ti attendo
ti proteggerò restando lontano
nel silenzio

Nel silenzio i tuoi vestiti ballano
poi sorpresi dalla luce cadono
con una grazia irreale
irreale

Ma io devo ritornare a camminare verso ciò che non so
anche se ieri ti ho sentito respirare in ogni cosa che ho
desiderato
esco dal tuo corpo con un gesto impercettibile
per immaginare che l’attesa sia incantevole

Non vedi che mi arrendo
non capisci che lasciandoti andare
potrai desiderare
riconquistarti e perderti
perché non vedi che ti attendo
ti proteggerò restando lontano
nel silenzio
nel silenzio.

 

Paolo Benvegnù
(da “14-19”, 2007)

 

 

Ps: In questo video la canzone inizia a 1:13

4 commenti su “Fuori di testo (n.3)

  1. questa non la conoscevo… io ho “piccoli fragilissimi film” che accompagna ultimamente i miei risvegli. grazie Marco, mi piacciono molto le tue proposte!

    "Mi piace"

    • Anna, sono contento che ti piacciano :-)
      Paolo Benvegnù credo sia uno dei migliori (cant)autori italiani, insieme a Pino Marino. Sicuramente seguiranno altri testi suoi…

      Ps: prego Nat :-)

      "Mi piace"

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: