L’ora del bagno

Del mare ricordo una finestra

vernice scrostata sulle imposte

stranieri fermi ai rondò

in attesa di carico

per lavori da mezza giornata

.

dietro il mare: la statale

lunga fino al Lazio

macchine con brava gente in coda

per le ragazzine, per scopare

.

il lungomare una sterpaglia

baracche, case mai finite

cartelli divelti e zanzare

prima di un lido, un morto ammazzato

.

ricordo questo del mio mare

e altro ancora

.

io e mia sorella ridevamo sempre

come fanno i bambini al mare

per noi contava soltanto l’ora

in cui entrare in acqua

qualunque fosse il suo colore

.

non ho mai visto gabbiani sul mio mare

qualche volta aquiloni colorati: bellissimi.

.

.

gianni montieri – inediti 2010

8 commenti su “L’ora del bagno

  1. il mare
    il mio
    ….
    lo porto dentro l’o(re)cchio

    e aveva dune bianche e barbaiocchi
    piumini zampe di uccelli e di lucertola
    ginepri e pini marittimi stretti in una serrata
    d’ombre e richiami e passi
    che si perdevano fino alla battigia.
    Poi l’alluvione
    se l’è portate via quelle dune fatte per nascondersi dal vento
    che veniva a insabbiarti
    intonacati in una veste primordiale
    e in bocca sentivi il sale
    l’odore e il sapore di quel mare.
    La strada era lontana
    oltre la barriera della pineta
    ancora oltre il fiume che scorreva dentro
    tra gli orti e i campi per molti chilometri.
    Ogni tanto ci ritorno
    e
    ogni tanto quando c’è vento
    mi sembra che si vogliano riformare
    in faccia a quel piatto mare
    un vassoio senza lusso
    in cui si serve sempre carne fresca.

    CIAO Gianni. Grazie dei ricordi.ferni
    http://www.magicoveneto.it/Delta/Caleri/D08.jpg

    "Mi piace"

  2. Il mio mare: dalla finestra della camerata dell’orfanatrofio si vede oltre al blu che fa specchio alla luna la fascia illuminata del Lido e degli sprechi.

    Molto bella questa poesia, è un mare povero quello che ci rappresenta, un mare la cui bellezza non riesce a a nascondere le miserie della vita sulla sponda. Onda dopo onda..

    "Mi piace"

  3. per noi contava soltanto l’ora
    in cui entrare in acqua
    qualunque fosse il suo colore

    lo sguardo puro… bellissima, Gianni
    stefania

    "Mi piace"

  4. questo è il ricordo più importante, la risata, la capacità di guardare dentro e oltre quel mare…

    ciao gianni :-)

    "Mi piace"

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: