Una lettera, una fiammella (post di natàlia castaldi.)

Alda Merini – foto di Guido Harari

Scrivo questo post direttamente sulla pagina dell’editor, così “a caldo”, non lo faccio mai, ma oggi è stata una giornata particolare, con un bel sole primaverile fuori e tanta pesantezza nel cuore.

Dicono che succeda sempre qualcosa quando ti senti appesa ad un filo, a me succede sempre; sarà un caso, ma ogni santissima volta che dico basta è come se qualcosa mi tirasse per i capelli riportandomi alla penna, ed in un modo o nell’altro questo scossone spesso è venuto da Alda – che strano!?! – ho appena finito di leggere una mail inviatami dalle quattro figlie di Alda Merini, ecco, non so come sia successo, probabilmente staranno inviando quella stessa lettera a tutte le persone che curano spazi in rete dedicati alla poesia, ma a me è successo di riceverla proprio oggi ed ho pianto per la mia piccola fiammella.

Nella mail mi invitavano a visitare il sito che hanno dedicato alla loro “ape furibonda”, sito che già conoscevo e già presente tra i link di questo blog, tornarci dopo le parole delle figlie ha avuto un senso profondo, intimo, che non so tradurre in parole, ma che spero di condividere con voi.

Vi invito, quindi, ad entrare qui  http://www.aldamerini.it/ e “ascoltare”

grazie.

_______________

Dalla raccolta “La volpe e il sipario”

La mia poesia è alacre come il fuoco

La mia poesia è alacre come il fuoco,

trascorre tra le mie dita come un rosario.

Non prego perché sono un poeta della sventura

che tace, a volte, le doglie  di un parto dentro le ore,

sono il poeta che grida e gioca con le sue grida,

sono il poeta che canta e non trova parole,

sono la paglia arida sopra cui batte il suono,

sono la ninnanànna che fa piangere i figli,

sono la vanagloria che si lascia cadere,

il manto di metallo di una lunga preghiera

del passato cordoglio che non vede la luce.

_______________

post correlati:

https://poetarumsilva.wordpress.com/2010/03/21/sono-nata-il-21-a-primavera/

http://nataliacastaldi.wordpress.com/2009/11/01/i%c2%b0-novembre/

Un commento su “Una lettera, una fiammella (post di natàlia castaldi.)

  1. eppure, diversamente da altri autori, senza più lei sembra che la sua parola sia disincarnata, è come se lei se la fosse portata via.
    ciao,ferni

    "Mi piace"

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: