Fuori di testo (nr. 32)

Il nido

Il nido
tra il ponte e l’ascensore
a doppio isolamento
dal freddo e dal rumore
fondato sul cemento
me lo ricordo quando
se non ci sei
c’è il temporale

Riporta cose buone
non solo le sconfitte
non solo il treno
che ho smesso di aspettare
non solo il tuo bel nome
non solo il mio buon cuore
riporta l’artificio
la cella rinfrescante
delle tue parole

Se il tuo abbraccio è una prigione
spero di essere condannato
ai tuoi capelli essere legato
dalle tue labbra pende il significato

L’incendio
i fuochi di artificio
le cose che mi hai dato e non ti ho restituito
nessun gioco di sguardi
di avremmo noi potuto
sono meno testardo e combattuto

Se il tuo abbraccio è una prigione
spero di essere condannato
ai tuoi capelli essere legato
dalle tue labbra pende il significato

Se il tuo abbraccio è una prigione
spero di essere rinchiuso
ai tuoi capelli essere legato

 

 

 

 

Lele Battista
(da “Nuove esperienze sul vuoto”, 2010)

 

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: