Smonta la tua scenografia …

Verso la luce - foto di Mauro Stradotto

Smonta la tua scenografia

notte ipocrita

ripiega il nero tendaggio

e spegni quelle stelle elettriche …

Porta via questo cupo simulacro di luna.

Spogliami del tuo silenzio

perdimi, oscurità.

*

11 commenti su “Smonta la tua scenografia …

  1. il buio non è
    notte
    ma note
    a margine di ciascuno
    scritto senza didascalie
    in ogni cosa
    caos originante delle orme
    for-
    me

    f.f.

    "Mi piace"

  2. Hai una capacità di “dialogare” in poesia veramente unica, Fernanda…

    "Mi piace"

  3. getta l’occhio verso gli astanti.
    il tumulto è nelle nuvole, nelle stelle supine
    nella notte che ancora passa, sotto cute
    dis_perdendosi

    "Mi piace"

  4. ANTONELLA, anche tu in quanto a “dialogo” poetico sei niente male… ;-)

    LUIGI, sì, potremmo definirla una “malinconia spazientita”…. ;-)
    ciao

    "Mi piace"

  5. una “notte ipocrita”, finalmente!
    piaciuta molto, perché è “contro” molti luoghi comuni.
    complimenti

    stefania

    "Mi piace"

  6. Grazie Stefania. Eh, sì, ogni tanto la notte non è dolce e romantica… e nemmeno selvaggia…

    "Mi piace"

  7. e in quella oscurità un poco ci si perde, senza stelle e riferimenti ma non sempre è un male ;)

    ciao…

    "Mi piace"

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: