Gianni Montieri – Interno Giorno

Verso l’interno
fascine di rami secchi
al riparo da tutto
pronte a scaldare a suo tempo
ho una pista poco battuta
a un miglio dallo sterno
polvere che viene via
-colpi inesplosi-

un rosso d’attesa
e sete da denunciare.

@ poesia di gianni montieri – inediti 2010

7 commenti su “Gianni Montieri – Interno Giorno

  1. adoro le piccole cose che contengono grandi cose.
    come l’inverno a scladarsi dei ciocchi raccolti pian piano…ed ancora a mangiare dagli occhi i ricordi.
    mi prudon le mani per farne il negativo.
    lo specchio rovesciato…

    "Mi piace"

  2. Intensa e ricca di significato.Complimenti per il libro Gianni.Sei Napoletano anche tu,mi fa piacere;)

    "Mi piace"

  3. Interno giorno è un bel titolo.
    E’ un titolo che apre a…, che lascia intra-vedere pochi indizi ma essenziali: le fascine, il raccoglimento di quei rami, secchi ma preziosi come certi sentimenti che non muoiono ma si trasformano e possono ancora scaldare; la pista poco battuta e i colpi inesplosi a dire quanto siamo ancora vivi, quanto siano vive le speranze e poi quel rosso d’attesa che focalizza, che richiama il nostro sguardo come certi tramonti, richiama il fuoco intuito del IV verso, l’arsura della sete.
    Un rosso che ingloba tutto, direi.

    "Mi piace"

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: