D’ogni Esangue Parola

Esangue al cospetto del sole

mentre affissi alle pupille

steli di rose andate a male

mentre le labbra curvano

verso il pianto e la preghiera

verso l’ombra e i rami morti

e quando poi

ci si chiede cosa sia l’amore

rispondersi che è groviglio

dispersione d’anime

ricciolo d’api da baciare sulle punte

per poi rimanere punti

ed essere invasi da miele doloso

© photos by simona pocorobba

Un commento su “D’ogni Esangue Parola

  1. mi è piaciuta per le immagini che come un obiettivo fotografico passano dal particolare al generale in una fusione (infusione)

    grazie, elina

    "Mi piace"

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: