Tre poesie di Miguel Ángel Cuevas da “Scrivere l’incàvo”

a Vincenzo Consolo (1933-2012)

Tre poesie di Miguel Ángel Cuevas

ESCRIBIR EL HUECO
SCRIVERE L’INCÀVO
.
.
Studio per Jorge Oteiza

(Il Girasole Edizioni, 2011)
.
.
.
.

LITANIA:
sudario.
Trafigge ciò che nomina.
Rivela
l’esatta dimensione:
nessuno, niente.
.
.
.

LETANÍA:
mortaja.
Traspasa lo que nombra.
Revela
la dimensión exacta:
nadie, nada.
.
.
.

NON SO
disegnare un cavallo.
.
Ti richiamo
dentro la piega dei
tuoi occhi.
.
Dalla forma della pietra,
la materia della cavità, la
terra l’aria.
.
Ti convoco: dimmi
lo scongiuro:
come si dipinge un cavallo.
.
.
.

NO SÉ
dibujar un caballo.
.
Te emplazo
dentro del piegue de
tus ojos.
.
Desde la forma de la piedra,
la materia de la oquedad, la
tierra el aire.
.
Te convoco: dime
el conjoro:
cómo se pinta un caballo.
.

.

.
SCRIVO:
…….sangue.
.
Non voglio parlare di sangue,
………………………………………su sangue.
.
Voglio dire:
……………….Sangue.
.
Non posso
…………….scrivere
lo spazio,
……………la densità,
………………………….l’incàvo.
.
.
.

ESCRIBO:
……………Sangre.
.
No quiero hablar de sangre,
…………………………………….sobre sangre.
.
Quiero decir:
………………..Sangre.
.
No puedo
……………escribir
el espacio,
…………….la densidad,
……………………………..el hueco.
.
.
.
.
Miguel Ángel Cuevas (Alicante, 1958) insegna Letteratura Italiana all’Università di Siviglia. Ha curato traduzioni spagnole di Pirandello, Lampedusa, Pasolini, Consolo, Scandurra, Maria Attanasio; e, per i tipi del Girasole Edizioni, versioni italiane de Il fulgore e Tre lezioni di tenebre di José Ángel Valente. Ha pubblicato le raccolte poetiche Calebración, Manto, Silbo, incendio y término; in Italia, in autotraduzione, l’antologia 47 Frammenti (Altavoz, Caltagirone, 2005).

Collabora abitualmente nella realizzazione di libri d’arte con Massimo Casagrande (Cittadella, Padova, 1970), le cui opere indagano spesso nella sovrapposizione tra linguaggio figurativo e scrittura.

Dal 2010 ambedue promuovono in Italia il progetto espositivo itinerante In(Càvo), omaggio a Jorge Oteiza.

2 commenti su “Tre poesie di Miguel Ángel Cuevas da “Scrivere l’incàvo”

  1. Grandissimo Cuevas, magnifica ad esempio la traduzione delle poesie del mio caro amico Angelo Scandurra (el hondon de los espejos y otros poemas, l’avvallamento degli specchi e altre poesie). Mi si conferma ottimo poeta, asciutto e iconico allo stesso tempo, un vero piacere leggerlo (barocco imperat!)

    "Mi piace"

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: