Fanno la fila

i ferri da stiro
quando evaporano lettere
che scrivo a me stessa
-a chi interesserebbe sapere
il colore di un comune calzino?-
a volte per le stanze danzano
foglie rosse autunnali
che nessuno sfiora con un dito
è più facile calpestare un sorriso
che esplorare un petalo di foglia
e ti chiedi perché non vivi
di quel solo colore
senza orologi che ti segnino il passo.

5 comments

  1. Già, alla fine la vita è fatta di istanti come questi, in cui il fuori si fa interiorità e niente è più lontano, inarrivabile, tutto è ospite di casa tua.ferni

    Mi piace

  2. Dov’ è la poesia? Può celarsi anche nel quotidiano gesto dello stirare…quando si sa raccontare. Ho letto le odi al carciofo e al limone di Neruda ma mi colpisce in questa tua lo straordinario, la complessità del piccolo.
    Annalisa.

    Mi piace

I commenti sono chiusi.