Latest Articles

Read All

  • Vite Parallele, Franco Battiato

    Mi farò strada tra cento miliardi di stelle la mia anima le attraverserà e su una di esse vivrà eterna. Vi sono dicono cento miliardi di galassie tocco l’infinito con le mani aggiungo stella a stella sbucherò da qualche parte, sono sicuro, vivremo per l’eternità. Ma già qui vivo vite parallele ciascuna con un centro, […]

    Continua a leggere: Vite Parallele, Franco Battiato
  • Oceano

      (per Celeste, donna, folle, suicida, dimenticata) uso abuso usura di neuroni tamponati con chimiche attenzioni colpi di vento e volano via a rincorrere foglie d’oscena fragilità abuso di collegamenti terminazioni nervose che s’inceppano sinapsi troppo veloci o troppo lente o semplicemente inesistenti ed allora? dondolìo autistico sotto coperte gelate ore minuti secondi scanditi dalla dura madre pensieri girotondo fermati solo dalle sbarre della scatola cranica che pare esplodere in un caleidoscopio di panico niente cinemascope solo piccoli innafferrabili […]

    Continua a leggere: Oceano
  • Gesti d’aria e incombenze di luce (variazioni)

    (Fiorì sfiorì l’ombra in cui inabissai la parvenza di luce che il mio corpo in un gesto d’aria ancora offriva all’incedere del suo simulacro) Si moltiplicano le domande per chi per cosa o semplicemente perché ancor persiste insiste la voglia sfrenata di miniare a mo’ di ghirigoro il dissolversi della firma e l’incoscienza della marca […]

    Continua a leggere: Gesti d’aria e incombenze di luce (variazioni)
  • Silenzi (José Saramago)

    Oggi non era giorno di parole, con mire di poesie o di discorsi, né c’era strada che fosse nostra. A definirci bastava solo un atto, e visto che a parole non mi salvo, parla per me, silenzio, ch’io non posso. Postato da Antonella Troisi

    Continua a leggere: Silenzi (José Saramago)
  • In quell’abbraccio caldo (o Edipo)

    Vita Moltitudine Ancestrale di Desideri Rincorsi Eternamente In quell’abbraccio caldo del tuo seno, di cui già non ricordo il latte, ancora sonnecchia la mia testa come un girasole. Eppure non cercavo che te.

    Continua a leggere: In quell’abbraccio caldo (o Edipo)
  • Fanno la fila

    i ferri da stiro quando evaporano lettere che scrivo a me stessa -a chi interesserebbe sapere il colore di un comune calzino?- a volte per le stanze danzano foglie rosse autunnali che nessuno sfiora con un dito è più facile calpestare un sorriso che esplorare un petalo di foglia e ti chiedi perché non vivi […]

    Continua a leggere: Fanno la fila

Il podcast   

“Il talento è l’aspettativa che suscita”
DFW.

Ogni vicenda ha più versioni, più verità, più bugie, più io, le narrazioni sono doppie, non c’è un filone, c’è l’estro. Uno spazio etereo fra realtà e immaginazione, lì vale tutto per noi.
Ci sono storie, poesie, racconti, critiche, autrici e autori che non vivono di un’unica interpretazione. Che non la vogliono e non la cercano, un’unica interpretazione. 

Vuoi collaborare con noi?

2021 Pendant © All Rights Reserved

Powered by WordPress