Tiziano Scarpa

Festival dei Matti 2018: il programma

Festival dei Matti – IX edizione

17-20 maggio 2018
Venezia
A margine. Abitare luoghi comuni.

Si parlerà del fatto che follia (quale che sia il senso che diamo a questa parola) è da sempre l’effetto di una messa a margine, a fondo pagina di discorsi che reggono soltanto bandendo il fuori campo. Una questione di spazi separati, dislocazioni non scelte, forzati trasferimenti, sradicamenti. Si parlerà di quei luoghi comuni – ideologie e pregiudizi – che chiudono i dialoghi, innalzano muri, barriere intransitabili, spazi chiusi che nulla hanno di comune e del dolore dell’essere spinti fuori gioco; ma anche delle condizioni che rendono inabitabili o abitabili i contesti, della cura che occorre perché sia possibile abitare da soggetti il dentro e il fuori, luoghi comuni, territori condivisi, comunità materiali e immateriali, garantendo a pieno la cittadinanza come chiede la legge 180, a quarant’anni dalla sua emanazione.  Come note a margine che riaprono i discorsi.

 

PROGRAMMA

Giovedi 17 maggio
Ca’ Foscari CFZ, Cultural Flow Zone
Ore 18.00

Inaugurazione del Festival

Saluti istituzionali

Anna Poma curatrice del Festival
Paola Mar assessora al Turismo Comune di Venezia
Flavio Gregori prorettore attività e rapporti culturali di Ateneo

Ore 18.30

Padiglione 25proiezione del film e dibattito

Padiglione 25. Diario degli infermieri (2016) di Massimiliano Carboni

Ne discutono Massimiliano Carboni (regista), Claudia Demichelis (antropologa e curatrice del libro), Vincenzo Boatta (infermiere), Maria Grazia Giannichedda (sociologa), Riccardo Ierna (psicologo-psicoterapeuta) (altro…)

Una frase lunga un libro #74: Daniele Del Giudice, I racconti

einaudi-del-giudice-racconti

Una frase lunga un libro #74: Daniele Del Giudice, I racconti, Einaudi 2016, € 19,00

*

L’utopia è necessaria, per cosa lottare altrimenti, l’oggetto d’utopia è ricco, abbonda, contiene perfino il suo contrario, il suo fallimento, maggiore è la passione e la precisione nell’elaborare l’oggetto tanto più il risultato contraddice e sbeffeggia l’intento.

Ogni volta che leggo un incipit di Daniele Del Giudice, che si tratti di romanzo, saggio o racconto (come in questo libro), avverto potentissima la sensazione della solitudine. Immediatamente tutto scompare, tutto si apre allo spazio che Del Giudice andrà a riempire con quello che ha scritto. Rimani tu e le parole che colmano man mano il vuoto. Vuoto che è del lettore e che è anche dello scrittore. Nel suo precedente libro, In questa luce, Einaudi 2013, Del Giudice scriveva: «Eccomi qui, davanti al foglio bianco. Quante volte, dalla prima? Quante volte ancora, fino all’ultima? Non son balle, scrivere è difficile. Per tutti.», ed è verissimo. Ma se è vero per lo scrittore è vero anche per il lettore. Il foglio bianco è come uno specchio e bisogna essere in due per vederci chiaro e poi riconoscersi, perciò la solitudine di cui parlavo è reale ed è un sollievo perché dall’altra parte del foglio bianco c’è uno dei più grandi scrittori contemporanei e leggerlo è un privilegio. I racconti sono usciti da qualche mese e sono tutti bellissimi, lo dico subito; sono accompagnati da una splendida introduzione di Tiziano Scarpa, che, tra le altre cose, scrive che negli anni ottanta e novanta quando usciva un libro di Del Giudice era un evento per critici e lettori. I problemi di salute di Del Giudice impediscono che questo evento possa ripetersi, purtroppo, ma questi meravigliosi racconti, un misto tra editi e inediti, sono qui adesso, restiamo soli con loro.

Non so mai bene come comportarmi Da un lato tenderei ad affidarmi in tutto a chiunque mi avvicini, dall’altro so che la mia condizione mi isola dalle altre persone.

(altro…)

Spinea Sogna 2014 – 29 luglio-1agosto

fili-sito-14-370x185

La terza edizione di SPINEASOGNA a Spinea (VE) attraversa i luoghi, naturali e non, dell’agglomerato urbano riproponendo un programma con l’intenzione di comporre nel tempo un mosaico identitario della città; la piazza del quartiere Villaggio dei Fiori, un parco, la sua piccola oasi, la strada prospiciente alla villa veneta divenuta biblioteca con il suo giardino ed una antico oratorio. Si formano così nuovi significati, nuove geografie e nuove frequentazioni dei cittadini, nuovi usi dei luoghi grazie all’azione di tanti artisti.

martedì 29 luglio
ore 21.00
Villaggio dei Fiori – Arena
clownerie
Freakclown
ANDEMM

ore 22.00 c.a.
Oratorio Santa Maria Assunta
reading
Tiziano Scarpa
GROPPI D’AMORE
NELLA SCURAGLIA

*

giovedì 31 luglio
dalle ore 21.00
Parco Nuove Gemme e Oratorio
Santa Maria Assunta
SCURE SCURAGLIE

(altro…)

Librai per un giorno – Venezia

librai per un giorno5

Librai per un giorno
sabato 30 novembre 2013 gli autori vi aspettano nelle librerie di Venezia e di Mestre per chiacchierare, consigliare e sfogliare libri.
A Venezia gli scrittori vanno a fare i commessi in libreria per aiutare le librerie. Lo stesso giorno la medesima iniziativa si tiene anche negli Stati Uniti: un gesto concreto per contrastare la crisi. Una buona scusa per curiosare in libreria, comprare un libro consigliato da uno scrittore, scegliere un regalo per Natale. Entrate, guardate, toccate, sfogliate, chiedete. I libri non sono tutti uguali, e neanche le librerie. Quello che trovate sugli scaffali dipende dai gusti del paron de casa e dalle esigenze dei suoi lettori. L’importante è entrare. Apprezzerete tutto quello che possono offrire le librerie veneziane: libri, passione, servizio, festa, svago, amicizia.Questa iniziativa è promossa da Venezia città di lettori

con il patrocinio dell’assessorato al Commercio del Comune di Venezia

 
Cafoscarina Michela Scibilia [mattino], Alberto Fiorin [pomeriggio]
Don Chisciotte Fabio Amadi [mattino], Marco Crestani [pomeriggio]
Giunti Sant’Aponal Davide Busato [mattino], Michela Scibilia [pomeriggio]
Giunti Strada Nova Andrea Molesini [mattino], Davide Busato [pomeriggio]
Marco Polo Tiziano Scarpa [10–11], Fulvio Ervas [11–13], Anna Toscano [pomeriggio]
Mare di Carta Cristiano Dorigo [mattino], Paolo Ganz [pomeriggio]
Miracoli Marco Crestani [mattino], Paola Zoffoli [pomeriggio]
Punto Einaudi Tiziano Scarpa [11.30–13], Tiziana Plebani [pomeriggio]
Studium Alessandro Marzo Magno [mattino], Cristina Gregorin [pomeriggio]
Toletta Paola Zoffoli [mattino], Alberto Toso Fei [pomeriggio]
Ulisse & Co Alberto Fiorin [mattino], Elisabetta Tiveron [pomeriggio]
Wellington BooKs Robin Saikia [mattino], Carla Toffolo [pomeriggio]