Stefan Zweig

Stefan Zweig, Sogni

zweig_stefan

 

Stefan Zweig è noto in Italia come autore in prosa, di affascinanti biografie, di ricostruzioni coinvolgenti e coinvolte di un universo trascorso (Il mondo di ieri), di Momenti fatali della storia dell’umanità, di veri e propri gioielli del racconto lungo (La novella degli scacchi) e breve (Mendel dei libri). Oggi, a 74 anni dalla sua morte, il mio modo di ricordarlo è attraverso un lato meno conosciuto della scrittura di Zweig, quello della produzione lirica, della quale Träume (Sogni, qui nella mia traduzione) è un esempio significativo. (Anna Maria Curci)

Sogni

Devi fidarti in pieno dei tuoi sogni
E apprendere la loro essenza più segreta,
Com’essi alti nelle azzurre straripanti
Lontananze si perdono quali stelle pulsanti.
E quando brillano fin nelle tue notti
E voglia e volontà, regalo e rischio
Sorridendo intrecciano in ghirlande fugaci,
Allora mettili tra i capelli come fiori lievi.
E donati interamente al loro gioco radioso:
In essi è verità della parvenza eterna,
Ombre belle di tutti i tuoi obiettivi
Al tempo confluiranno con le azioni in una cosa sola.

Stefan Zweig

(traduzione di Anna Maria Curci)

(altro…)