[solo una poesia]

[solo una poesia] 41, Bering – per Roberto Roversi – di Vincenzo Bagnoli (post di Natàlia Castaldi)

41, Bering

The Bering Land Bridge

The Bering Land Bridge

per Roberto Roversi

.

È facile stancarsi dopo anni
ed anni sempre qualcosa di nuovo
ma sempre taiga o ghiaccio e grigia tundra,
qualcosa da trovare un po’ più avanti:
nuovi nomi per tutte le cose.
Si passa il mare, ma è ancora gelo
il riso si fa duro, ha come un’ombra
in fondo, sembra qualcosa di nero
dentro alla festa, di freddo e di triste:
un’alba nuvolosa, una corsa
veloce all’indietro, un saluto
di forma e innervosito poco prima
dell’ora di apertura dei negozi.
Ma il sole del 21 ha un morso rosso
sul bordo delle colline dei Čukči:
ricorda un giorno dietro all’orizzonte
e non dimenticare per favore
dov’era Leningrado (e Stalingrado)
da dove eri partito, i padri morti.

__________

Vincenzo Bagnoli
nel mese di marzo dell’anno 2000

___________

Ndr: le parole sottolineate sono cliccabili e rimandano ad altri link.