Tag: scuola

Gli undici addii #4: “Supplenza”, di Gianluca Wayne Palazzo

Si fermò davanti alla professoressa di tecnica accasciata contro la porta dell’aula, notando la linea irregolare delle sopracciglia, il colorito grigio e i capelli appesi alla testa che scivolavano giù, svogliati, in sfumature di ruggine. Un guizzo della pupilla si sostituì al saluto e… Continue Reading “Gli undici addii #4: “Supplenza”, di Gianluca Wayne Palazzo”

Gli undici addii #3: “Ricevimento”, di Gianluca Wayne Palazzo

La mandria aveva pascolato mansueta fuori dalla porta dell’aula finché aveva creduto che il tempo sarebbe stato sufficiente per dare ascolto a tutti – e questo è uno dei piccoli segreti che i genitori ignorano della scuola: il tempo di un ricevimento non basterà… Continue Reading “Gli undici addii #3: “Ricevimento”, di Gianluca Wayne Palazzo”

Gli undici addii #2: “Ricreazione”, di Gianluca Wayne Palazzo

Eleonora finì di tracciare l’ultima sottolineatura con l’evidenziatore giallo, poi tolse il righello che aveva usato da base e osservò soddisfatta l’impatto grafico della linea, perfettamente sovrapposta a quella rosa subito sotto. Un boato grossolano attraversò la porta dell’aula insieme ai soliti quattro imbecilli… Continue Reading “Gli undici addii #2: “Ricreazione”, di Gianluca Wayne Palazzo”

Gli undici addii #1: “L’ora di buco”, di Gianluca Wayne Palazzo

  Se ne stava là, immobile e stilizzata come una felce in un quadro di Rousseau, la testolina china dai capelli corti, rossi e sgargianti, e un fermaglio azzurro a forma di fiocco a blindare un ciuffo laterale più lungo. Giulio non avrebbe saputo… Continue Reading “Gli undici addii #1: “L’ora di buco”, di Gianluca Wayne Palazzo”

Interviste credibili #18: Giusi Marchetta tra lettura e scrittura

Interviste credibili #18: Giusi Marchetta tra lettura e scrittura D: Ciao Giusi, comincio da una delle mie fissazioni: le città. Tu vivi a Torino, come è cambiata negli ultimi anni? Mi racconti la tua Torino? R: La mia Torino è una città che sei… Continue Reading “Interviste credibili #18: Giusi Marchetta tra lettura e scrittura”

Poeti a scuola # 3. Intervista a Daniela Attanasio

Questa che segue è la terza di un ciclo di interviste in cui poeti italiani raccontano delle loro esperienze con il mondo della scuola. Un modo vivo per osservare i diversi approcci, le domande, i nodi che caratterizzano un momento importante: l’incontro dei ragazzi con la poesia.  Quali… Continue Reading “Poeti a scuola # 3. Intervista a Daniela Attanasio”

Poeti a scuola #2: Intervista a Maria Grazia Calandrone

Questa che segue è la seconda di un ciclo di interviste in cui poeti italiani raccontano delle loro esperienze con il mondo della scuola. Un modo vivo per osservare i diversi approcci, le domande, i nodi che caratterizzano un momento importante: l’incontro dei ragazzi con la poesia.  Quali… Continue Reading “Poeti a scuola #2: Intervista a Maria Grazia Calandrone”

Poeti a scuola #1: intervista a Elio Pecora e Franco Buffoni

Questa che segue è la prima di due interviste doppie in cui quattro poeti italiani raccontano delle loro esperienze con il mondo della scuola. Un modo vivo per osservare i diversi approcci, le domande, i nodi che caratterizzano un momento importante: l’incontro dei ragazzi con la poesia. … Continue Reading “Poeti a scuola #1: intervista a Elio Pecora e Franco Buffoni”

Kipling (ancora un racconto sui cuccioli d’uomo)

  Le dicono che potrebbe approfittare di quell’ora a settimana per far leggere ai cuccioli un libro. Nina insegna così, un’ora a settimana per classe, un totale di quindici ore. Nessuno si aspetta che conosca tutti i loro nomi – del resto, nessuno immagina… Continue Reading “Kipling (ancora un racconto sui cuccioli d’uomo)”

Class enemy

Si può chiedere, a una ragazza di sedici anni che confessa tra le lacrime di voler lasciare la scuola, di cercare la parola “fallito” nel vocabolario e di leggerla ad alta voce? Si possono fare, con lei che si dichiara incapace di capire perché… Continue Reading “Class enemy”

Fascia numero tre (il ritorno dei cuccioli d’uomo)

(Le madri spiano i loro figli crescere. Godono della loro bimbitudine dal momento in cui a reggerli basta l’avambraccio a quando iniziano a cambiare la voce. Comincia, dopo, un’avanzata che riguarda tutti. Nell’anagrafe lo scarto può essere qualunque, ma una soltanto la sua direzione.… Continue Reading “Fascia numero tre (il ritorno dei cuccioli d’uomo)”

“La filosofia della composizione” e i cuccioli d’uomo

Mentre sono troppo impegnata ad augurarmi di non avere alcuna luce di panico negli occhi per le conseguenze di quello che ho appena detto, il bambino realizza i miei incubi aprendo la bocca: «Quindi, professoressa» scandisce, incantato «lei è una scrittrice!» Gli altri ventitré sollevano i… Continue Reading ““La filosofia della composizione” e i cuccioli d’uomo”

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo:
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo:
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo:
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo:
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo:
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo:
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo:
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo:
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo:
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo:
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo:
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: