Tag: romanzo

Come sopravvivere una volta morti?: ‘I miei stupidi intenti’ di Bernardo Zannoni (a cura di Giulia Bocchio)

“Non parlai mai di Dio, né della morte; decisi di salvare la sua vita dai grandi dilemmi che mi avevano afflitto, di lasciargli un’esistenza da animale. Dio sarebbe stato più contento, perché nella sua ignoranza già faceva quello per cui era stato creato”  … Continua a leggere “Come sopravvivere una volta morti?: ‘I miei stupidi intenti’ di Bernardo Zannoni (a cura di Giulia Bocchio)”

Illusioni ritrovate: ‘La vita sessuale di Guglielmo Sputacchiera’, l’esordio di Alberto Ravasio (una rubrica a cura di Omar Suboh)

In un panorama editoriale saturo di pubblicazioni, che per eccesso di titoli in uscita rischiano di soffocare la qualità a discapito della quantità, esistono ancora isole felici.  Scritture radicali, che non hanno paura di guardare in faccia l’abisso, e che si consegnano volentieri agli… Continua a leggere “Illusioni ritrovate: ‘La vita sessuale di Guglielmo Sputacchiera’, l’esordio di Alberto Ravasio (una rubrica a cura di Omar Suboh)”

La realtà è uno specchio ustorio: ‘Corpomatto’ di Cristina Venneri (a cura di Omar Suboh)

«I legami non rappresentavano per me motivo di affettività, tutt’altro: avere i genitori non significava essere figlia ma potenziale orfana».   Vivere con l’incubo della morte nascosta in ogni angolo, il pensiero poco rassicurante che ogni legame implica la sua fine, così come ogni… Continua a leggere “La realtà è uno specchio ustorio: ‘Corpomatto’ di Cristina Venneri (a cura di Omar Suboh)”

La cura è una forma di dolore: ‘La mischia’, di Valentina Maini (a cura di Omar Suboh)

Credo che il mio romanzo possegga tante letture quante sono le voci che contiene. Lo si può leggere come un’agonia. Lo si può leggere anche come un gioco. Roberto Bolaño, Tra parentesi.   «Gorane un giorno ci ha detto la libertà è una gabbia… Continua a leggere “La cura è una forma di dolore: ‘La mischia’, di Valentina Maini (a cura di Omar Suboh)”

Le vene somigliano alle radici di un albero: Lanny, la creatura di Max Porter (a cura di Giulia Bocchio)

‘E mi sono vista mentre tutto iniziava. Una donna sul punto d’essere annientata. Che stava per venire riprogrammata come modello di fallimento e strazio. Sì certo, ho capito subito che qualcosa non andava’ Un bambino che scompare nel nulla non è mai un fatto… Continua a leggere “Le vene somigliano alle radici di un albero: Lanny, la creatura di Max Porter (a cura di Giulia Bocchio)”

Tutto falso, dunque, tutto vero: Veronica Raimo (a cura di Omar Suboh)

«A volte mi chiedo se l’indeterminatezza costante in cui vivo dipenda da una mia caratteristica innata: non mi riconosce nessuno». E se per ritrovarci, divenire quello che fingiamo di essere, sia necessario perdersi, sfumando i contorni della propria persona, o della sua idea, come… Continua a leggere “Tutto falso, dunque, tutto vero: Veronica Raimo (a cura di Omar Suboh)”

La verità su tutto: intervista a Vanni Santoni (a cura di Giulia Bocchio)

La verità su tutto (Mondadori), ultimo romanzo di Vanni Santoni e già candidato al Premio Strega, è un libro complesso. Perché complesso è il pensiero umano. Inizia tutto da lì, da una domanda che parte da dentro, ma che comincia dall’esterno – perché essere… Continua a leggere “La verità su tutto: intervista a Vanni Santoni (a cura di Giulia Bocchio)”

Annientare se stessi: la reincarnazione di Houellebecq (a cura di Omar Suboh)

«Quel tramonto non era un addio, la notte sarebbe stata breve e avrebbe portato a un’alba assoluta, alla prima alba assoluta nella storia del mondo, ecco fin dove poteva spingersi l’immaginazione, rifletteva Paul, a forza di contemplare i quadri di Claude Gellée, detto Lorrain,… Continua a leggere “Annientare se stessi: la reincarnazione di Houellebecq (a cura di Omar Suboh)”

Tramontare: tu continua a masticare la pecora (a cura di Giulia Bocchio)

Tramontare, edito da Minimum Fax, è l’ultimo romanzo di Andrea Gentile.Un romanzo diviso in due parti, due pilastri tipici dell’esistenza e che si reggono sulla stessa incertezza di gambe: infanzia e vecchiaia, nel mezzo – in quello che alle elementari veniva chiamato “svolgimento” –… Continua a leggere “Tramontare: tu continua a masticare la pecora (a cura di Giulia Bocchio)”

Riletti per voi #34: Enzo Striano, Il resto di niente

Enzo Striano, Il resto di niente Mondadori 2016 (prima edizione Loffredo, Napoli 1986) Nella Nota dell’autore, Enzo Striano precisa che Il resto di niente è un romanzo «storico», non una biografia, né una biografia romanzata di Eleonora De Fonseca Pimentel, figura storica legata alle… Continua a leggere “Riletti per voi #34: Enzo Striano, Il resto di niente”

Giulia Bocchio, Mircea Cărtărescu è un “Solenoide”

Mircea Cărtărescu è un Solenoide A cura di Giulia Bocchio Cos’è un solenoide? Sostanzialmente una bobina di forma cilindrica composta da spire tutte circolari vicinissime fra loro, provenienti da un unico filo di materiale conduttore. Una sorta di tubo che funge da induttore e… Continua a leggere “Giulia Bocchio, Mircea Cărtărescu è un “Solenoide””

Walter Tevis, La regina degli scacchi

Walter Tevis, La regina degli scacchi Traduzione di Angelica Cecchi Mondadori 2021 Il gioco degli scacchi come emancipazione è metafora potentissima, come insegna La novella degli scacchi di Stefan Zweig. Walter Tevis, autore di romanzi che furono adattati in seguito per il grande schermo… Continua a leggere “Walter Tevis, La regina degli scacchi”

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo:
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo:
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo:
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo:
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo:
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo:
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo:
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo:
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo:
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo:
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo:
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: