Ritratti da spiaggia

Fernando Coratelli – Ritratti da spiaggia

P1090019

 

Ritratti da spiaggia

 

La vecchia anoressica

La vecchia anoressica ha un marito, una rivista, una sedia da mare, due coppe perfette di silicone all’altezza del petto ossuto e scheletrico. La vecchia anoressica vista di spalle potrebbe lasciare credere di essere una quarantenne, ma quando si gira e mostra il suo mento cadente, gli occhi gonfi e le guance raggrinzite mostra che i quaranta li ha passati da un paio di decenni tutti. La vecchia anoressica è scientifica nell’arte dell’abbronzatura con il suo minibikini: orologio alla mano espone ogni parte del corpo al sole per lo stesso minutaggio. Siede sulla seggiola da mare con una gamba arcuata e una distesa, poi inverte la posizione degli arti inferiori. Dopodiché si mette in piedi a leggere la rivista dando le spalle al sole, poi il profilo destro, infine quello sinistro. Verso ora di pranzo, mentre il resto della spiaggia a ferragosto armeggia con pietanze di tutti i generi, la vecchia anoressica richiama a sé il marito inerme sotto l’ombrellone e gli propone di mangiare. Dopo avere addentato una susina e addirittura due acini d’uva, la vecchia anoressica dà un sorso alla bottiglia d’acqua e esclama: “O dio quanto ho mangiato, sono sazia, mi sa proprio che stasera non ceno”. Il marito fa sì con la testa e prosegue a sbocconcellare il suo panino con la mortadella.

(altro…)